[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 03 Settembre 2000

USA: Centro per la Ricerca sulla Cannabis Medica alla UniversitÓ di California

Dei medici dei campus di San Francisco e San Diego della UniversitÓ della California annunciavano il 29 agosto che metteranno in piedi un centro scientifico per studiare gli usi medici e gli effetti della marijuana. Il nuovo Centro per la Ricerca sulla Cannabis Medica, che deve essere aperto a San Diego, partirÓ con 3 milioni di $ in fondi di stato per il suo primo anno, affermano i medici.

Il denaro sosterrÓ gli effetti collaterali dolorosi di potenti farmaci contro l' AIDS e gli agenti della chemioterapia per il cancro. Uno dei condirettori del centro sarÓ il dott. Donald Abrams professore di medicina alla UniversitÓ di California a San Francisco.

Secondo Abrams, i primi incarichi di ricerca non focalizzeranno solo il possibile uso della droga nei pazienti affetti da cancro e AIDS, ma anche per allietare la spasticitÓ e i tremori nei pazienti con sclerosi multipla. Le scorte di marijuana per i ricercatori verranno dall'Istituto nazionale sull'abuso di droga.

(Fonte: San Francisco Chronicle del 30 Agosto 2000)

Scienza: Il derivato del THC CT-3 Ú sicuro nella fase I della sperimentazione clinica

Una sperimentazione di fase clinica del CT3 scoprý che era sicura negli esseri umani. Il CT-3 Ú un derivato sintetico del metabolita principale non psicoattivo (acido THC-11-oico) di THC (tetrahydrocannabinolo).

La sperimentazione umana era condotta dal Centro di Ricerca Clinica Aster a Parigi, Francia, dopo che Atlantic ricevette una approvazione per un IND dalla Food and Drug Administration per delle ricerche cliniche. Lo studio era designato a provare se il CT-3 produceva degli effetti psicogenici ai pazienti a tre diversi livelli di dosaggio.

Atlantic Ú un CT-3 che si sviluppa come una alternativa ai farmaci antinfiammatori non steroidali (NSAIDs). Degli studi preliminari cellulari e animali hanno mostrato che il Ct-3 dimostra a delle proprietÓ analgesiche e antinfiammatorie a dosi di microgrammo senza effetti collaterali sul sistema nervoso centrale o livello gastrointestinale. Questo rende il composto un candidato attrattivo allo sviluppo in quanto agente analgesico ed antinfiammatorio con i potenziale di superare la maggior parte degli effetti collaterali degli attuali farmaci antinfiammatori, quali l'aspirina l'ibuprofene e la indomethacina.

Il farmaco non causava degli eventi avversi e i livelli ematici erano proprio dove noi li volevamo. "Questo risultato predice che la droga potrÓ alleviare il dolore nei pazienti in forma sicura ed effettiva," affermava il Dott. Joseph Rudick di Atlantic. Con il completamento di successo degli studi della Fase I in Francia questa estate, Atlantic intende condurre gli studi di fase I/II per il dolore e la infiammazione negli stati Uniti.

(Fonte: PR Newswire del 28 agosto 2000)

USA: La Corte Suprema blocca la distribuzione della marijuana in California

Il 29 agosto la pi¨ alta corte degli S.U. ha sentenziato uno stop di un ordine da parte del giudice federale Charles Breyer a San Francisco che avrebbe permesso la Cooperativa di Acquirenti di Oakland di distribuire la droga per utilizzi medici. La Corte votava 7 a 1 per autorizzare una richiesta di emergenza della amministrazione Clinton e di posporre l'effetto della sentenza di Breyer.

In California, i sostenitori della marijuana medica non erano impressionati. "Questo Ú solamente un piccolo ostacolo sulla strada," affermava Jeff Jones, direttore del gruppo di Oakland. "La vera storia qui Ú che la corte rivedrÓ il nostro caso. Noi siamo convinti che l nostre argomentazioni prevarranno."

Il 17 luglio il giudice della Corte Distrettuale Breyer disse al club che questo potrebbe servire delle persone malate, come pazienti malati di IADS e di cancro, che soffrirebbero danni "imminenti" se non otterranno la cannabis. Breyer sentenziava che la cooperativa di Oakland potrebbe distribuire la marijuana ai pazienti che hanno delle condizioni mediche serie.

La Corte Suprema mise l'ordine di Breyer in attesa, pendendo una disposizione finale di un appello di fronte alla Corte di Appello degli Stati Uniti in California e altro ordine delle Giustizie. Il giudice John Paul Stevens era l'unico dissidente. Lui affermava che il Dipartimento di giustizia aveva "mancato nel dimostrare che la negazione della medicina necessaria per pazienti seriamente malati e morenti avanzerÓ l'interesse pubblico."

(Fonti: Reuters del 29 e del 30 agosto 2000, AP del 29 agosto 2000)

Notizie in breve

USA:
La Inchiesta Nazionale sulle Famiglie del 1999 sull'abuso di droghe riportava come l'uso di mariana aumentasse nella etÓ adulta da 18- a 25 anni dal 13,8 per cento nel 1998 al 16,4 percento nel 1999 e che la marijuana diminuisse per i giovani di etÓ dai 12 ai 17 dal 8,3 percento nel 1998 fino al 7.0 percento nel 1999.(Fonte: NORML del 31 Agosto 2000)

Germania:
Ancora due settimane al meeting della IACM al Bioresource Hemp 2000 a Wolfsburg.

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Eventi online 2020

Tutte le informazioni sugli eventi online dell'IACM, compresi i video gratuiti dei webinar con sottotitoli in italiano, si possono trovare qui.

Conferenza IACM 2021

La 12a conferenza IACM sui cannabinoidi in medicina si terrà online dal 14 al 16 ottobre 2021. La registrazione è gratuita.

Members only

Regular members can sign up for the new member area of the IACM to access exclusive content.

You need to become a regular member of the IACM to access the new member area.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.