[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 11 Giugno 2021

Scienza/Umana: La cannabis può essere efficace nel ridurre i sintomi comportamentali associati alla demenza

Una serie di 3 pazienti affetti da demenza frontotemporale mostra che questi pazienti possono mostrare una riduzione dell'ansia e un miglioramento dell'umore dopo il trattamento con cannabis. Questi pazienti del Dipartimento di Psichiatria dell'University of Arizona College of Medicine, USA, avevano una disabilità dovuta al comportamento nonostante la tipica gestione farmacologica. A loro è stata prescritta la cannabis per le comorbidità (ansia, insonnia e dolore).

Un paziente di 69 anni ha mostrato un miglioramento dell'umore e una ridotta impulsività con la cannabis. Un paziente di 63 anni ha mostrato una ridotta irritabilità e ansia con un trattamento con CBD e un miglioramento del sonno con il THC. Un paziente di 65 anni ha mostrato un'ansia ridotta e una migliore gestione del dolore cronico con la cannabis.

Gopalakrishna G, Srivathsal Y, Kaur G. Cannabinoids in the management of frontotemporal dementia: a case series. Neurodegener Dis Manag. 2021;11(1):61-64.

Scienza/Umana: Più di due terzi dei sanitari negli USA credono che la cannabis abbia valore medico

Secondo un sondaggio con circa 1500 partecipanti il 69% dei medici di famiglia, internisti, infermieri e oncologi crede che la cannabis abbia valore medico. Essi hanno risposto ad un sondaggio basato sul web tra i clinici, analizzato dai ricercatori del Centres for Disease Control and Prevention di Atlanta, USA. Le domande hanno valutato gli usi medici e le pratiche relative alla cannabis e hanno valutato la conoscenza dei clinici della legalità della cannabis nel loro stato.

Tra i partecipanti al sondaggio un quarto (27%) non aveva mai raccomandato la cannabis a un paziente. Gli autori hanno scritto che "le convinzioni sulle condizioni per l'uso medico della cannabis non erano necessariamente allineate con le attuali prove scientifiche". Tuttavia, la conoscenza dei medici sugli usi medici della cannabis è spesso più avanzata della scienza medica per molte indicazioni potenziali.

Schauer GL, Njai R, Grant AM. Clinician Beliefs and Practices Related to Cannabis. Cannabis Cannabinoid Res. 2021 April 26. [in stampa].

Scienza: Aggiornamento sulla conoscenza dei composti della cannabis, compresi 125 cannabinoidi

Attualmente 125 cannabinoidi, inclusi 25 del tipo delta-9-THC, 10 del tipo CBD (cannabidiolo) e 16 del tipo CBG (cannabigerolo) sono stati rilevati in almeno una pianta di cannabis. Una panoramica è presentata dai ricercatori del National Center for Natural Products Research dell'Università del Mississippi a Oxford, USA. Più di 500 composti sono stati riportati nella cannabis.

I costituenti non-cannabinoidi includono: fenoli non-cannabinoidi (42), flavonoidi (34), terpeni (120), aminoacidi, acidi grassi e altri, la maggior parte dei quali sono presenti anche in altri organismi. La rassegna discute la chimica dei cannabinoidi e dei principali costituenti non-cannabinoidi (terpeni, fenoli non-cannabinoidi e alcaloidi).

Radwan MM, Chandra S, Gul S, ElSohly MA. Cannabinoids, Phenolics, Terpenes and Alkaloids of Cannabis. Molecules. 2021;26(9):2774.

Scienza/Umana: L'uso di cannabis può non influenzare gravemente il corso della schizofrenia, ma può aumentare il rischio di ricadute

Secondo uno studio longitudinale su 98 pazienti con disturbi dello spettro schizofrenico al primo episodio, che sono stati seguiti per 24 mesi, l'uso di cannabis non ha avuto alcuna influenza sui tassi di remissione, ma è stato associato a un rischio maggiore di ricaduta. Questi risultati sono stati presentati dai ricercatori della Stellenbosch University di Città del Capo, Sud Africa, e del King's College di Londra, Regno Unito. Il gruppo è stato diviso in 45 consumatori recenti o attuali di cannabis e 53 non consumatori.

I risultati di salute erano simili in entrambi i gruppi, inclusi i tassi di remissione. Gli autori hanno concluso che i loro "risultati suggeriscono che i consumatori di cannabis non hanno una risposta al trattamento più scarsa dei non consumatori in termini di riduzione dei sintomi nei 24 mesi di trattamento. Tuttavia, il rischio di ricaduta legato alla dose rimane con l'uso continuo di cannabis, possibilmente riducendo direttamente la soglia per la ricaduta psicotica".

Scheffler F, Phahladira L, Luckhoff H, du Plessis S, Asmal L, Kilian S, Forti MD, Murray R, Emsley R. Cannabis use and clinical outcome in people with first-episode schizophrenia spectrum disorders over 24 months of treatment. Psychiatry Res. 2021;302:114022.

Notizie in breve

Scienza/Umana: Il CBD è efficace a lungo termine nel trattamento dell'epilessia
Secondo un'analisi dei dati di 54 persone con epilessia refrattaria, che hanno ricevuto CBD, il cannabinoide è stato efficace per un periodo di almeno 60 mesi.
Massachusetts General Hospital, USA.
Patel S, et al. Epilepsia. 2021 maggio 29. [in stampa].

Grecia: il Parlamento vota a favore della legalizzazione della cannabis per uso medico
Il 21 maggio il parlamento greco ha votato a favore di un disegno di legge per legalizzare la coltivazione e la vendita di cannabis per uso medico in Grecia. Il disegno di legge, proposto dal principale partito di opposizione Syriza, ha ricevuto 158 voti a favore e 33 contrari.
Greek Reporter del 23 maggio 2021

Marocco: Il Parlamento adotta un disegno di legge che legalizza l'uso medico della cannabis
Il 26 maggio la Camera dei Rappresentanti ha adottato un disegno di legge che legalizza l'uso della cannabis per scopi medici. Il testo sugli "usi legali della cannabis, medici, cosmetici e industriali" è stato adottato dalla Camera dei Rappresentanti con 119 voti a favore e 48 contrari. Il progetto di legge prevede l'istituzione di un'agenzia nazionale incaricata di acquistare la pianta dai contadini e venderla alle ditte farmaceutiche.
North Africa Post del 27 maggio 2021

Cina: Brevetto per una preparazione di CBD
La Deyi Pharmaceuticals ha ottenuto un brevetto per "l'applicazione del cannabidiolo nella preparazione e nel trattamento dei farmaci per l'ipertensione arteriosa polmonare" dallo State Intellectual Property Office della Cina.
Securities Times and Company News del 18 maggio 2021

Paesi Bassi: Istituto per la Cannabis Medica dei Paesi Bassi
Farmacisti, medici, aziende e ricercatori olandesi hanno unito le forze e creato una nuova partnership: l'Institute Medicinal Cannabis Netherlands (IMC).
Bedrocan del 18 maggio 2021

Francia: Il governo vuole permettere i prodotti CBD per via orale e proibire i fiori
La Francia vuole permettere i prodotti di CBD, ma i fiori di canapa ricchi di CBD rimarranno illegali. Questa decisione permette agli agricoltori francesi di coltivare il CBD per la fabbricazione di prodotti derivati e chiarisce l'attività dei negozi specializzati che fino ad ora hanno operato nel vuoto e hanno rischiato un procedimento legale.
Le Figaro del 25 maggio 2021

Danimarca: La sperimentazione a livello nazionale sull'uso medico della cannabis sarà estesa di 4 anni
I pazienti danesi potranno accedere alla cannabis medica per altri quattro anni dopo che un'ampia maggioranza del parlamento ha accettato di estendere una sperimentazione a livello nazionale. Inoltre, le aziende del paese scandinavo che producono cannabis per scopi medici saranno autorizzate ad operare in modo permanente. Il programma pilota danese sulla cannabis medica doveva terminare alla fine di dicembre 2021 dopo un periodo di prova di quattro anni.
Business Cann del 27 maggio 2021

Scienza/Animale: Sia il CBD che il CBG possono ridurre l'infiammazione polmonare
In uno studio su cavie sia il CBD che il CBG e una combinazione di entrambi i cannabinoidi hanno avuto effetti antinfiammatori sull'infiammazione dei polmoni. Gli autori hanno scritto che questi risultati "suggeriscono che questi cannabinoidi non psicoattivi possono avere effetti benefici nel trattamento di malattie caratterizzate da infiammazione delle vie aeree".
Sackler Institute of Pulmonary Pharmacology, Institute of Pharmaceutical Science, King's College London, Regno Unito.
Robaina Cabrera CL, et al. Pulm Pharmacol Ther. 2021:102047.

Scienza/Animale: CBD protegge dallo stress dei primi anni di vita
Il CBD "ha mostrato una promettente risposta terapeutica in termini di miglioramento dell'affetto in un modello di ratto dello stress della prima vita durante l'adolescenza e fino all'età adulta".
IUNICS, Università delle Isole Baleari, Palma, Spagna.
Bis-Humbert C, et al. Pharmacol Rep. 2021 Jun 2. [in stampa].

Scienza/Umana: Il CBD in olio ha portato ad un aumento di quattro volte della biodisponibilità rispetto al CBD in polvere
In uno studio con 45 volontari sani, che hanno ricevuto o 150 mg di CBD in polvere, 150 mg di CBD sciolto in olio di mais o un placebo, la "formulazione di CBD a base di olio ha portato a un più rapido raggiungimento del livello di picco nel plasma, con un aumento di circa quattro volte della biodisponibilità orale".
Departamento de Neurociências e Ciências do Comportamento, Faculdade de Medicina de Ribeirão Preto (FMRP), Universidade de São Paulo (USP), Brasile.
Crippa JA, et al. Braz J Psychiatry. 2021:S1516-44462021005017201.

Scienza: Il profilo chimico della cannabis è influenzato dalla fase di raccolta
Il profilo chimico degli estratti delle infiorescenze femminili di sette cultivar di canapa (Carmagnola, Fibranova, Eletta Campana, Antal, Tiborszallasi, Kompolti e Tisza) è stato influenzato dalla fase di raccolta.
Dipartimento di Chimica e Tecnologia dei Farmaci, Sapienza Università di Roma, Italia.
Spano M, et al. Molecole. 2021;26(10):2912.

Scienza/Cellule: Il CBD mostra effetti antiossidanti e anti-cancro
In uno studio con diverse cellule normali e tumorali il CBD nell'olio di canapa ha mostrato effetti antiossidanti e ha indotto la morte cellulare programmata (apoptosi) nelle cellule tumorali ma non in quelle sane.
Centro di Ricerca Avanzata in Bionanoconiugati e Biopolimeri, Istituto di Chimica Macromolecolare "Petru Poni", Iasi, Romania.
Petrovici AR, et al. Antioxidants (Basel). 2021;10(5):738.

Scienza/Animale: Il CBD ha migliorato il rapporto degli acidi grassi essenziali nei muscoli dei ratti obesi
Una nuova ricerca mostra che il CBD ha migliorato significativamente il rapporto degli acidi grassi omega 6 e omega 3 e ha spostato l'equilibrio verso gli acidi grassi omega 3 anti-infiammatori nei muscoli dei ratti obesi.
Dipartimento di Fisiologia, Università di Medicina di Bialystok, Polonia.
Bielawiec P, et al. nutrienti. 2021;13(5):1603.

Scienza/Umana: Il disturbo da uso di cannabis è associato a un aumento del rischio di effetti avversi in gravidanza
Secondo un'analisi di circa 3 milioni di gravidanze, una diagnosi legata alla cannabis in 29.000 gravidanze è stata associata a un rischio aumentato del 40% di parto pretermine e a un rischio aumentato del 40% di bambini piccoli.
Dipartimento di Pediatria, Università della California San Diego, Stati Uniti.
Bandoli G, et al. Drug Alcohol Depend. 2021;225:108757.

Scienza/Umana: Una revisione suggerisce che la cannabis può essere utile nel disturbo dello spettro autistico
Secondo una revisione sistematica su dati clinici "la cannabis e i cannabinoidi possono avere effetti promettenti nel trattamento dei sintomi legati all'ASD" (disturbo dello spettro autistico).
Departamento de Psicologia, Universidade Federal da Paraíba (UFPB), João Pessoa, Brasile.
Silva EAD Junior, et al. Trends Psychiatry Psychother. 2021 maggio 21. [in stampa].

Scienza/Umana: Nessun effetto rilevante dell'uso di cannabis sull'anestesia
In un confronto fra pazienti che usano e non usano cannabis, l'uso di cannabis non ha avuto alcun effetto sull'anestesia con propofol, fentanyl o ketamina.
Northeastern University di Boston, Medical Center di Brockton, Massachusetts.
King DD, et al. AANA J. 2021;89(3):205-212.

Scienza/Animale: L'inibizione della degradazione degli endocannabinoidi riduce l'infiammazione della zampa
In un modello murino di artrite infiammatoria l'inibizione della degradazione dell'endocannabinoide 2-AG (2-arachidonolglicerolo) da parte di un inibitore MAGL ha migliorato l'infiammazione.
Dipartimento di Psicologia, West Virginia University, USA.
Nass SR, et al. Cannabis Cannabinoid Res. 2021 Mar 25. [in stampa].

Scienza/Animale: L'olio di canapa migliora l'aterosclerosi sperimentale riducendo l'infiammazione
In uno studio sui topi l'olio di semi di cannabis ha ridotto l'aterosclerosi sperimentale nei topi inclini all'aterosclerosi migliorando l'infiammazione vascolare. Gli autori hanno scritto che i "risultati forniscono una promettente strategia preventiva per la progressione precoce dell'AS".
College of Food Science and Engineering, Wuhan Polytechnic University, Wuhan, Repubblica Popolare Cinese.
Huang W, et al J Agric Food Chem. 2021 maggio 26. [in stampa].

Scienza/Animale: Il CBD ha un effetto unico sull'attività cerebrale globale
In uno studio sui topi i ricercatori hanno trovato un effetto unico del cannabidiolo sull'attività cerebrale "suggerendo che il CBD riduce l'eccitazione autonoma in condizioni di stress emotivo e fisico".
Center for Translational NeuroImaging, Northeastern University, Boston, USA.
Sadaka AH, et al. J Transl Med. 2021;19(1):220.

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Eventi online 2020

Tutte le informazioni sugli eventi online dell'IACM, compresi i video gratuiti dei webinar con sottotitoli in italiano, si possono trovare qui.

Conferenza IACM 2021

La 12a conferenza IACM sui cannabinoidi in medicina si terrà online dal 14 al 16 ottobre 2021. La registrazione è gratuita.

Members only

Regular members can sign up for the new member area of the IACM to access exclusive content.

You need to become a regular member of the IACM to access the new member area.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.