[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 16 Dicembre 2012

Scienza/Umana: Cannabis efficace nell'epilessia secondo due casi clinici

Due pazienti con epilessia sono stati in grado di controllare i loro attacchi con l'uso di cannabis. Lo hanno riportato nella rivista Epilepsy & Behavior gli scienziati del Epilepsy Center presso il Department of Neurology della University of California a San Francisco, USA. Entrambi hanno interrotto l'uso di cannabis al momento del ricovero all'unità di monitoraggio dell’epilessia del Dipartimento ed hanno sviluppato un drammatico aumento della frequenza delle crisi documentato da telemetria video-EEG. Con questa tecnica i pazienti possono essere continuamente monitorati e registrati con una videocamera e un EEG (elettroencefalogramma).

Entrambi i pazienti soffrivano di epilessia focale. Ciò significa che la fonte delle convulsioni all'interno del cervello è localizzata e non generalizzata. In un paziente 43enne la frequenza delle crisi è aumentata da una a due per notte (con la cannabis) a dieci attacchi epilettici dopo l'interruzione del consumo di cannabis. Il secondo soggetto, un paziente 60enne, ha avuto cinque crisi in un periodo di 12 ore dopo la cessazione dell'uso di cannabis. Entrambi i pazienti non hanno risposto ai tradizionali farmaci antiepilettici. I ricercatori hanno concluso che la loro epilessia "è stata quasi controllata attraverso l'uso regolare di marijuana in ambulatorio."

Hegde M, Santos-Sanchez C, Hess CP, Kabir AA, Garcia PA. Seizure exacerbation in two patients with focal epilepsy following marijuana cessation. Epilepsy Behav 2012;25(4):563-566.

Scienza/Umana: Secondo uno studio clinico il THCV (tetrahydrocannabivarin) potrà offrire un trattamento contro il diabete

Secondo un comunicato stampa della GW Pharmaceuticals, il tetrahydrocannabivarin (THCV) , che l’azienda chiama GWP42004, può offrire promettenti risultati nel trattamento del diabete di tipo 2. In un piccolo studio clinico, che ha esaminato una serie di endpoint clinicamente rilevanti nei pazienti con diabete di tipo 2, il cannabinoide per via orale ha mostrato consistenti evidenze di effetti anti-diabete. Questo studio a 5-bracci, durato 13 settimane e controllato con placebo, è stato effettuato con THCV (5mg), CBD (100mg) e due proporzioni differenti (5mg:5mg e 100mg:5mg) di CBD:THCV. Ogni trattamento è stato somministrato due volte al giorno.

Lo studio esplorativo ha arruolato un totale di 62 pazienti affetti da diabete di tipo 2, in modo tale che ciascun gruppo di trattamento ha avuto dagli 11 ai 14 pazienti. Il THCV ha causato a digiuno livelli ridotti di glucosio nel plasma con un incremento a digiuno di insulina, miglioramento della funzione delle cellule beta nel pancreas (che producono insulina) ed altri effetti positivi.

GW Pharmaceuticals of 28 November 2012
WHO Trial Registration Data Set

Scienza/Umana: Risultati contraddittori in studi clinici sull’utilità di un estratto di cannabis nel dolore cronico causato da sclerosi multipla

I ricercatori del Pain and Anaesthesia Research Centre del St Bartholomew's Hospital diLondra, Regno Unito, hanno riferito che secondo uno studio con 339 pazienti l'estratto di cannabis Sativex ha prodotto risultati contrastanti nel trattamento del dolore neuropatico causato da sclerosi multipla. Sativex è uno spray contenente quantità quasi uguali di CBD e THC. I pazienti hanno ricevuto il farmaco in aggiunta al loro farmaco corrente, che non riusciva a controllare adeguatamente il loro dolore. Il processo consisteva in due fasi. Nella fase A 167 partecipanti hanno ricevuto il Sativex e 172 hanno ricevuto placebo in un sistema doppio cieco per 14 settimane. Nella fase B 58 pazienti hanno continuato a ricevere placebo o Sativex per 18 settimane per studiare il mantenimento degli effetti del trattamento.

Nella fase A il 50 per cento dei pazienti con cannabis, rispetto al 45 per cento dei pazienti trattati con placebo, hanno avuto una riduzione del dolore di oltre il 30 per cento, la differenza tra i gruppi non era quindi significativa. Tuttavia, durante la fase B Sativex è stato superiore al placebo, con una percentuale di insuccesso della terapia del 57 per cento nei pazienti in trattamento con placebo rispetto a solo il 24 per cento dei pazienti del gruppo con cannabis. Inoltre l’intensità media del dolore e la qualità del sonno sono migliorati nel gruppo con cannabis rispetto al placebo. Gli autori hanno concluso che "i risultati delle indagini in corso erano equivoci, con risultati contrastanti nelle due fasi dello studio. (...) Questi risultati suggeriscono che sono necessari ulteriori studi per esplorare il pieno potenziale dello spray THC/CBD in questi pazienti.

Langford RM, Mares J, Novotna A, Vachova M, Novakova I, Notcutt W, Ratcliffe S. A double-blind, randomized, placebo-controlled, parallel-group study of THC/CBD oromucosal spray in combination with the existing treatment regimen, in the relief of central neuropathic pain in patients with multiple sclerosis. J Neurol. 2012 Nov 21. [in stampa]

Notizie in breve

Olanda: Il governo vuole classificare la cannabis ricca di THC come l'eroina
Un ministro ha detto che ceppi forti di cannabis saranno classificati droghe di classe A nei Paesi Bassi, la stessa categoria dell'eroina e della cocaina. Il ministro della giustizia Ivo Opstelten ha detto al Parlamento olandese che secondo la normativa i Coffee Shop nei Paesi Bassi saranno autorizzati a vendere cannabis con un livello di THC inferiore al 15 per cento. Oggi, un ceppo di cannabis Bedrocan, che è disponibile nelle farmacie olandesi, contiene più del 15 per cento di THC.
UPI of 20 November 2012.

Canada: I due terzi sostengono la legalizzazione o la depenalizzazione della cannabis
In un sondaggio rappresentativo condotto dal Forum Poll, tra i canadesi con 18 o più anni di età, i due terzi (65 per cento) hanno sostenuto sia la legalizzazione che la tassazione di cannabis (33 per cento) o la depenalizzazione di piccole quantità (32 per cento).
Forum Research of 20 November 2012

Scienza/Animale: Recettori cannabinoidi contribuiscono agli effetti di elettroagopuntura
L’elettroagopuntura produce effetti anti-dolorifici ed anti-infiammatori nei ratti e questi effetti sembrano essere mediati dall’attivazione dei recettori CB1 e CB2.
Faculty of Medicine, Federal University of Ceará, Fortaleza, Brazil.
Gondim DV, et al. Can J Physiol Pharmacol 2012;90(11):1479-89.

Scienza/Umana: Il THC cambia la percezione del tempo
In uno studio con 44 soggetti, sono stati investigati riguardo alla percezione del tempo gli effetti del THC, che è stato somministrato per via endovenosa a dosi da 0,015 a 0,05 mg per kg di peso corporeo. Mentre gli utenti occasionali hanno mostrato a dosi medie e alte sovrastima del tempo trascorso, i consumatori abituali di cannabis non ne sono stati colpiti a causa della tolleranza.
Department of Psychiatry, Yale School of Medicine, Yale University, New Haven, USA.
Sewell RA, et al. Psychopharmacology (Berl). 2012 Nov 24. [in stampa]

Scienza/Animale: Stress intenso modifica i recettori CB1 nel cervello
In uno studio sperimentale ratti sono stati esposti a gatti, il che è molto stressante per essi. Sette giorni dopo persisteva ancora una riduzione della espressione dei recettori CB1 in aree cerebrali (corteccia frontale, amigdala) ralazionate ai sintomi del disturbo da stress post traumatico.
Department of Pharmacology, School of Medicine of Ribeirão Preto, University of São Paulo, Brazil.
Campos AC, et al. Neurosci Lett. 2012 Nov 21. [in stampa]

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Eventi online 2020

Tutte le informazioni sugli eventi online dell'IACM, compresi i video gratuiti dei webinar con sottotitoli in italiano, si possono trovare qui.

Conferenza IACM 2021

La 12a conferenza IACM sui cannabinoidi in medicina si terrà online dal 14 al 16 ottobre 2021. La registrazione è gratuita.

Members only

Regular members can sign up for the new member area of the IACM to access exclusive content.

You need to become a regular member of the IACM to access the new member area.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.