[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 18 Novembre 2002

USA: I medici sono autorizzati a raccomandare l’uso di cannabis ai loro pazienti

Una Corte d’Appello federale ha sentenziato che il governo non può revocare la licenza dei medici che raccomandano marijuana ai loro pazienti. Il governo federale dovrebbe ora abbandonare la malsana politica di colpire i medici e i malati per combattere l’uso di cannabis.

Nella decisione del 29 Ottobre La Corte di Appello del Nono Circuito ha confermato la decisione di una corte più bassa che protegge il diritto costituzionale dei medici di raccomandare l’uso di marijuana. “Una parte integrante della pratica della medicina è la comunicazione fra medico e paziente,” hanno detto i tre giudici della corte in un giudizio unanime. I medici che “raccomandano” la cannabis medica semplicemente esercitano i loro diritti di libera espressione garantiti dal Primo Emendamento della Costituzione.

La corte, inoltre, ha rigettato l’asserzione del governo che, raccomandando l’uso medico di marijuana, i medici invitavano i pazienti a violare la legge notando che ci sono vie legali attraverso cui i pazienti potrebbero ottenere la marijuana, per esempio un progetto di ricerca approvato dal governo, o cercando di persuadere il governo federale a cambiare le leggi sulla cannabis.

Il Primo Emendamento della Costituzione U.S.A. dice: “Il Congresso non farà alcuna legge riguardante la fondazione di una religione, o che ne proibisca il libero esercizio, o che limiti la libertà di parola, o di stampa, o il diritto del popolo a riunirsi pacificamente, e a chiedere al governo la soluzione delle lamentele.”

(Fonti: Reuters del 29 Ottobre 2002, Associated Press del 30 Ottobre 2002, New York Times del 31 Ottobre 2002, La Costituzione degli Stati Uniti d’America)

Gran Bretagna: Un farmaco basato sulla cannabis potrebbe essere disponibile già nel 2003

La GW Pharmaceuticals ha detto il 5 Novembre che quattro studi di Fase III sull’efficacia della loro preparazione a base di cannabis nella sclerosi multipla hanno dimostrato che il prodotto era significativamente migliore del placebo nel migliorare i sintomi della malattia. Gli studi di Fase III sono l’ultimo stadio di prova di un farmaco prima dell’approvazione.

La medicina, che si spruzza in bocca, ha ridotto efficacemente il dolore neuropatico, la spasticità e i disturbi del sonno in test coinvolgenti circa 350 pazienti. In altri studi in corso lo spray è in esame per il trattamento del dolore nel cancro e nelle lesioni del midollo spinale.

"La performance del farmaco della GW hanno superato le nostre aspettative”, ha detto il Presidente Esecutivo Geoffrey Guy. "Dopo un’approvazione ufficiale, siamo sulla buona strada per consegnare la nostra medicina al mercato inglese entro il prossimo anno."

I altre due paesi EURopei la cannabis potrebbe essere disponibile nelle farmacie nel 2003, in Olanda e in Germania. In Olanda una mossa per portare la marijuana di coltivatori autorizzati nelle farmacie è in preparazione da parte dell’Ufficio governativo per La Cannabis Medicinale. In Germania, l’Associazione Federale dei Farmacisti, su richiesta del Ministero Federale per la Salute, sta sviluppando una formula per un estratto di cannabis, in modo che i farmacisti possano preparare la medicina.

(Fonti: Reuters Health del 5 Novembre 2002, e altre)

Notizie in breve

Scienza: Appetito
I risultati di uno studio sui ratti ha rivelato un ruolo inatteso dei recettori CB1 periferici nella regolazione dell’appetito. La privazione di cibo produceva un aumento di 7 volte della concentrazione dell’endocannabinoide anandamide nell’intestino tenue, ma non nel cervello e nello stomaco. Il ritorno all’alimentazione normalizzava i livelli intestinali di anandamide. La somministrazione periferica, ma non centrale, di cannabinoidi (anandamide e WIN55,212-2) promuoveva un’alimentazione rinforzata in ratti parzialmente saziati. Similmente, la somministrazione periferica ma non centrale di un antagonista dei recettori CB1 riduceva l’assunzione di cibo. (Fonte: Gomez R, et al. Neurosci 2002 Nov 1;22(21):9612-7)

USA: elezioni di mezzo-termine
Una misura approvata dal 63 percento dei votanti di San Francisco il 5 Novembre stabilisce come politica ufficiale della città l’esplorare la realizzazione di un programma di coltivazione della cannabis e distribuzione ai malati. Ciò non significa che San Francisco si metterà immediatamente a coltivare marijuana, ma piuttosto che i responsabili della città avranno il diritto di esplorare le varie possibilità. Al contrario, altre misure sulla cannabis sono state bocciate nelle elezioni di metà mandato di quest’anno. Gli elettori di Arizona e Nevada hanno rifiutato la decriminalizzazione o la legalizzazione dell’uso di marijuana. (Fonti: Associated Press del 6 Novembre 2002, Agenzia France-Presse del 6 Novembre 2002)

USA: Oregon e Colorado
3,5 anni dopo l’inizio del programma nel 1998 il numero di cittadini dell’Oregon con approvazione statale a usare marijuana a fine medicinale è salito a 4.162. Nel Colorado, con una legge statale simile, il numero è 181 dopo due anni. (Fonte: Associated Press del 1 Novembre 2002)

Scienza: Cannabis, alcool, tabacco e depressione
736 soggetti di New York furono intervistati all’età di circa 16, 22, e 27 anni, e i disturbi psichiatrici vennero accertati. L’uso di tabacco da parte degli adolescenti era significativamente associato con un rischio aumentato di dipendenza da alcool e uso di droga ma non con depressione all’età di 27 anni. L’uso precoce di alcool e di marijuana era associato più tardi con malattia depressiva grave e con disturbi da uso di droghe. (Fonte: Brook DW, et al. Gen Psychiatry 2002 Nov;59(11):1039-44)

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Nuovo indirizzo

La IACM si è trasferita.
Nuovo indirizzo:
Bahnhofsallee 9
32839 Steinheim

IACM Conference 2019

The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.