[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 05 Dicembre 2021

Mondo: Oltre 180 gruppi della società civile chiedono maggiore trasparenza all'INCB nell'ambito della sua iniziativa sulla cannabis

A un anno dal riconoscimento formale del potenziale della cannabis come medicina da parte delle Nazioni Unite 181 ONG, tra cui l'IACM, chiedono maggiore trasparenza e responsabilità all'INCB (International Narcotics Control Board) , in particolare in relazione alla sua Cannabis Control Initiative. Il 2 dicembre 2020 la Commissione delle Nazioni Unite sugli Stupefacenti (CND) ha riclassificato la cannabis riconoscendone per la prima volta le proprietà mediche.

Tuttavia l'INCB, un organismo delle Nazioni Unite, ha lanciato la propria "Iniziativa per il controllo della cannabis". In una lettera aperta al segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres i gruppi della società civile di 56 paesi chiedono:
- Divulgare la documentazione dell'INCB come altri organi simili delle Nazioni Unite;
- Opt-in al sistema di accesso e archiviazione della documentazione online dell'ONU;
- Estendere le consultazioni della società civile a tutte le aree di lavoro del Consiglio;
- Richiedere e raccogliere contributi scritti da attori non statali;
- Permettere alle ONG e agli attori non statali di partecipare come osservatori alle riunioni dell'INCB;
- Aumentare le "visite nei paesi", ispirate al meccanismo di revisione annuale degli organi dei trattati sui diritti umani.

FAAAT of 2 December 2021

Svizzera: Le farmacie vendono cannabis agli adulti

In Svizzera, la distribuzione di cannabis per uso ricreativo sarà testata in diversi progetti modello nelle farmacie a partire dal 2022. Già dall'inizio del prossimo anno, i consumatori di Zurigo, Basilea e altre città saranno in grado di acquistare cannabis nelle farmacie e nei club sociali. La Commissione per la sicurezza sociale e la salute del Consiglio degli Stati - la piccola camera del parlamento svizzero - aveva già posto le basi legali per questo nell'agosto 2020 con il cosiddetto articolo sperimentale e ha permesso studi scientifici strettamente regolamentati sull'uso della cannabis.

Gli studi pilota devono essere condotti per indagare gli effetti dell'accesso regolato alla cannabis sul consumo, la salute e il comportamento d'acquisto. In questo modo, essi devono fornire "una base fattuale per una discussione sull'ulteriore sviluppo della politica della cannabis e della politica svizzera delle droghe", come annunciato dalla città di Zurigo.

Apotheke Adhoc of 23 November 2021

Malta: Il paese è il primo in EURopa a legalizzare la coltivazione domestica di cannabis per uso personale

Malta sta per legalizzare la cannabis. I suoi cittadini saranno in grado di coltivare la cannabis in casa e di fondare dei cannabis social club. La legge permette anche di coltivare fino a quattro piante di cannabis in casa. Tuttavia, le piante non dovrebbero essere visibili da altri luoghi. Quando si coltivano piante di cannabis in casa, i consumatori possono tenere fino a 50 grammi di cannabis secca in casa. Il consumo di cannabis in pubblico sarà proibito a meno che la persona non sia autorizzata a usarla per ragioni mediche.

La legge di riforma della cannabis deve ora passare in parlamento per la terza lettura e il voto finale. Ci si aspetta che diventi legge a metà dicembre 2021. Il processo di legalizzazione è iniziato quest'anno, quando il Ministero per l'uguaglianza, la ricerca e l'innovazione del più piccolo paese dell'Unione EURopea ha introdotto nell'ottobre 2021 un disegno di legge di riforma della legge sulla cannabis.

Forbes of 1 December 2021

Scienza/Umana: L'uso medico della cannabis è associato con una riduzione delleprescrizioni di oppioidi e benzodiazepine in pazienti con dolore ortopedico

In uno studio prospettico osservazionale dei ricercatori del Legacy Research Institute di Portland, USA,
pazienti con dolore ortopedico hanno beneficiato di un trattamento con cannabis. Essi sono stati iscritti al programma di cannabis medica della Pennsylvania dal loro medico curante per la gestione del dolore, hanno ricevuto istruzione sulla cannabis dal loro medico al momento della certificazione, e hanno acquistato prodotti da rivenditori di cannabis con licenza statale.

L'uso di cannabis è stato associato a miglioramenti clinici nel dolore, nelle funzioni e nella qualità della vita con riduzioni nell'uso di farmaci da prescrizione. Il 73% ha cessato o diminuito il consumo di oppioidi e il 31% ha interrotto le benzodiazepine. Benefici clinici significativi della cannabis si sono verificati entro 3 mesi dall'inizio della terapia con cannabis e si sono stabilizzati nei successivi follow-up.

Greis A, Larsen E, Liu E, Renslo L, Radakrishnan A, Wilson-Poe AR. Perceived efficacy, reduced prescription drug use, and minimal side effects of cannabis in patients with chronic orthopedic pain. Cannabis Cannabinoid Res. 2021 Nov 12. [in press]

Scienza/Umana: I pazienti con disturbi psicotici potrebbero aver bisogno di dosi più basse di neurolettici se ricevono un trattamento aggiuntivo con sigarette di CBD

Secondo un piccolo studio controllato con placebo su 31 pazienti acutamente psicotici dagli investigatori della Clinica Psichiatrica Universitaria di Basilea, Svizzera, i partecipanti avevano bisogno di dosi più basse di neurolettici se ricevevano un trattamento aggiuntivo con le sigarette di CBD. La cannabis ricca di CBD con meno dell'1% di THC è stata data in aggiunta al trattamento psichiatrico standard. Gli esiti sono stati valutati dopo 4 settimane di trattamento acuto e un follow-up a lungo termine dopo l'interruzione delle sigarette al CBD dopo 25 settimane.

Non ci sono state differenze significative tra il gruppo placebo e il gruppo CBD per quanto riguarda la gravità dei sintomi. Tuttavia, i pazienti del gruppo placebo avevano bisogno di dosi più elevate di neurolettici. Gli autori hanno concluso che "i risultati presentati potrebbero suggerire un effetto di risparmio di farmaci antipsicotici delle sigarette al CBD come trattamento aggiuntivo della psicosi acuta. Tuttavia, il basso numero di partecipanti non ha permesso ulteriori analisi statistiche".

Köck P, Lang E, Trulley VN, Dechent F, Mercer-Chalmers-Bender K, Frei P, Huber C, Borgwardt S. Cannabidiol Cigarettes as Adjunctive Treatment for Psychotic Disorders - A Randomized, Open-Label Pilot-Study. Front Psychiatry. 2021;12:736822.

Scienza/Umana: La cannabis può essere utile nelle cure palliative pediatriche

Secondo una serie di casi di 6 bambini presentati dai ricercatori del Servizio Dolore Pediatrico e Cure Palliative del Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino dell'Ospedale Universitario di Padova, Italia, un estratto di cannabis può migliorare il dolore e l'epilessia nelle cure palliative. I caregiver hanno riportato cambiamenti nell'intensità e nella frequenza del dolore e degli eventi epilettici. I partecipanti hanno ricevuto un estratto vegetale titolato di cannabis per 1 anno.

Si sono verificati solo eventi avversi lievi e transitori: sonnolenza, euforia, irrequietezza e tachicardia; la risoluzione è stata spontanea o ottenuta modificando il programma di somministrazione. Il trattamento non è mai stato interrotto. Tutti i pazienti hanno avuto convulsioni durante il periodo di osservazione pre-trattamento, e hanno ottenuto una riduzione della frequenza delle convulsioni, anche se in misura variabile durante il trattamento con cannabis. Inoltre, è stato osservato un beneficio sul dolore, basato sulla valutazione del caregiver, e una riduzione dell'uso di analgesici.

Divisic A, Avagnina I, De Tommasi V, Santini A, Brogelli L, Giacomelli L, Benini F. The use of medical cannabis in pediatric palliative care: a case series. Ital J Pediatr. 2021;47(1):229.

Scienza/Umana: Un inibitore della degradazione degli endocannabinoidi migliora i sintomi della sindrome di Tourette in uno studio clinico

In uno studio controllato con placebo su 20 pazienti adulti con sindrome di Tourette, la somministrazione di Lu AG06466, un inibitore selettivo della degradazione dell'endocannabinoide 2-AG (2-arachidonoilglicerolo), è stata associata al miglioramento dei sintomi. I partecipanti erano in cura con farmaci standard e randomizzati a una singola dose a digiuno di Lu AG06466 (40 mg) o placebo nel periodo 1, seguita dall'altro trattamento nel periodo 2.

C'è stata una tendenza generale di riduzione dei tic, con due delle tre scale di tic che hanno mostrato un effetto significativo in vari punti temporali. Inoltre, il farmaco in studio ha portato a una riduzione significativa degli stimoli premonitori rispetto al placebo. Il trattamento è stato ben tollerato e gli eventi avversi più comuni sono stati mal di testa, sonnolenza e affaticamento.

Department of Psychiatry, Social Psychiatry and Psychotherapy, Hannover Medical School, Germany.
Müller-Vahl KR, Fremer C, Beals C, Ivkovic J, Loft H, Schindler C. Endocannabinoid Modulation Using Monoacylglycerol Lipase Inhibition in Tourette Syndrome: A Phase 1 Randomized, Placebo-Controlled Study. Pharmacopsychiatry. 2021 Nov 30. [in press]

Notizie in breve

Francia: 1000 pazienti già inclusi in una sperimentazione sulla cannabis medica
Ad oggi, 1.000 pazienti sono stati inclusi nella sperimentazione sulla cannabis medica e 779 di loro sono attualmente monitorati, al fine di determinare la dose più efficace e meglio tollerata. Lo scorso agosto, il ministro della sanità Olivier Véran ha dato il via libera alla sperimentazione della cannabis medica con l'inclusione di un primo paziente all'ospedale universitario di Clermont-Ferrand. Alcuni mesi dopo, 1.000 pazienti sono stati inclusi e un migliaio di assistenti sono mobilitati per monitorare questo esperimento. Si prevede la partecipazione di 3000 pazienti.
Top Sante del 23 novembre 2021

Emirati Arabi Uniti: Modifiche alla legge sugli stupefacenti
Il nuovo decreto legge federale n. 30 del 2021 sulla lotta agli stupefacenti e alle sostanze psicotrope, che entrerà in vigore dal 2 gennaio 2022, apporta modifiche fondamentali alla legge federale n. 14 del 1994. Alcuni dei punti salienti della legge sulle droghe includono la riabilitazione di chi commette reati di droga per la prima volta, l'espulsione facoltativa degli espatriati condannati in casi di droga e pene più severe per i trasgressori seriali.
Khaleej Times del 28 novembre 2021

USA: Riduzione del consumo di cannabis da parte degli adolescenti
I dati forniti dalla Substance Abuse Mental Health Services Administration (SAMHSA) trovano che il numero di consumatori di cannabis è diminuito significativamente di anno in anno tra i ragazzi dai 12 ai 17 anni. In particolare, riferisce che il consumo di cannabis negli anni passati da parte degli adolescenti è sceso dal 13,2% nel 2019 al 10,1% nel 2020 - un calo di circa il 25%. Il consumo di cannabis nel mese passato è diminuito dal 7,4% al 5,9%.
SAMHSA del 25 ottobre 2021

Israele: Il numero di pazienti di cannabis legale raggiunge i 105.000
105.000 pazienti di cannabis o l'1,3% della popolazione sono autorizzati a usare complessivamente 4 tonnellate di cannabis al mese. Più specificamente, alla fine di ottobre 2021, c'erano 104.907 licenziatari di cannabis medica in Israele.
Cannabis of 29 November 2021

Scienza/Umana: La cannabis durante la gravidanza non influenza il QI
L'esposizione al THC prima della nascita non ha influenzato il QI in 1197 bambini, che sono stati testati a 12, 24, 36 e 48 mesi di età. Tuttavia, l'esposizione alla cannabis era associata a peggiori punteggi di attenzione.
Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia, Università dello Utah Health, Salt Lake City, USA .
Smid MC, et al. Obstet

Scienza/Animale: Nessuna sinergia di morfina e THC nel dolore infiammatorio
In un modello di ratto di dolore infiammatorio persistente non c'era sinergia tra morfina e THC nel ridurre il dolore.
Centro per la ricerca sulla droga e l'alcool, Università del Kentucky, USA
Britch SC, et al. Behav Pharmacol. 2021;32(8):630-639.

Scienza/Umana: I consumatori di cannabis con grave disturbo post-traumatico da stress tendono a usare la cannabis dopo la presentazione di promemoria del trauma
In uno studio con 51 consumatori di cannabis esposti a traumi, gli investigatori hanno trovato una "compulsione incontrollabile a usare cannabis in risposta ai ricordi del trauma", "particolarmente probabile tra i consumatori di cannabis con sintomi PTSD più gravi".
Università di Roehampton, Scuola di Psicologia, Whitelands College, Londra, Regno Unito.
Romero-Sanchiz P, et al. Addict Behav. 2022;125:107126.

Scienza/Umana: La legalizzazione della cannabis ha avuto un effetto positivo nell'eliminazione dei clienti violenti
Un'analisi dei rapporti sui crimini tra il 2007 e il 2017 in Oregon (OR) suggerisce "un impatto benefico della legalizzazione sui casi di crimini violenti, come manifestato da aumenti significativi del tasso di clearance per i crimini violenti complessivi e quello per l'aggressione aggravata nelle contee OR rispetto a quelli negli stati non legalizzati dopo la legalizzazione."
Università dello Utah, Dipartimento di Sociologia, Salt Lake City, USA.
Wu G, et al. Int J Drug Policy. 2021;100:103528.

Scienza/Animale: CBGA mostra effetti antiepilettici in modelli murini
L'acido cannabigerolico (CBGA), l'acido cannabidivarinico (CBDVA) e l'acido cannabigerovarinico (CBGVA) hanno mostrato attività anticonvulsivanti in modelli murini. Gli autori hanno scritto che questi "risultati suggeriscono che CBGA, CBDVA e CBGVA possono contribuire agli effetti dei prodotti a base di cannabis nell'epilessia infantile".
Lambert Initiative for Cannabinoid Therapeutics, Università di Sydney, Australia.
Anderson LL, et al. Br J Pharmacol. 2021;178(24):4826-4841.

Scienza/Animale: CBD mostra effetti antipsicotici nei topi
In un modello murino di psicosi gli investigatori hanno scoperto che "il CBD induce effetti acuti simili agli antipsicotici che durano per 24 ore. Modula anche la metilazione del DNA nello striato ventrale, suggerendo un nuovo meccanismo potenziale per i suoi effetti antipsicotici".
Dipartimento di Neuroscienze e Scienze Comportamentali, Scuola di Medicina di Ribeirão Preto, Università di São Paulo, Brasile.
Pedrazzi JFC, et al. Prog Neuropsychopharmacol Biol Psychiatry. 2021;111:110352.

Scienza/Umana: Un trauma infantile aumenta la probabilità di esperienze psicotiche dopo l'uso di cannabis
In uno studio su 2630 consumatori di cannabis un trauma infantile (abuso e abbandono) è stato associato a maggiori effetti psicotici dopo l'uso di cannabis "che può essere collegato a una maggiore suscettibilità agli effetti soggettivi disforici/paranoici quando si usa la droga".
Gruppo di ricerca Lives Lived Well, School of Psychology, Faculty of Health and Behavioural Sciences, University of Queensland, Brisbane, Australia.
Carlyle M, et al. Schizophr Res. 2021;238:178-184.

Scienza/Animale: Il CBD inverte i disturbi della memoria in un modello di deplezione estrogenica
Ci sono prove che la deplezione di estrogeni porta a disturbi della memoria. In un modello di deplezione estrogenica per roditori, i ricercatori hanno dimostrato che il CBD ha il "potenziale come trattamento per il deterioramento indotto dal declino estrogenico del funzionamento e del mantenimento neurale".
Scuola di Salute e Scienze della Vita, Pontificia Università Cattolica di Rio Grande do Sul, Porto Alegre, Brasile.
Corrê MDS, et al. Behav Brain Res. 2022;417:113555.

Scienza/Umana: La legalizzazione della cannabis in Canada ha portato a una riduzione del numero di crimini associati alla cannabis nei giovani
Un'analisi dei crimini legati alla cannabis tra i giovani di età compresa tra i 12 e i 17 anni negli anni dal 2015 al 2018 ha dimostrato che c'è stata una riduzione del 55% negli adolescenti maschi e del 65% nelle adolescenti femmine.
Northern Medical Program, University of Northern British Columbia, Prince George, Canada.
Callaghan RC, et al. Addiction. 2021;116(12):3454-3462.

Scienza/Animale: I recettori dei cannabinoidi possono essere coinvolti negli effetti di alcuni terpeni
In modelli murini di dolore 3 terpeni "hanno prodotto un sottoinsieme di effetti nei test di attività locomotoria, ipotermia e antinocicezione acuta. Questi risultati suggeriscono che l'alfa-terpineolo, il beta-cariofillene e il gamma-terpinene possono avere un'attività differenziale dei recettori dei cannabinoidi e un profilo farmacologico che può produrre nuovi analgesici efficaci".
Dipartimento di Farmacodinamica, College of Pharmacy, University of Florida, Gainesville, USA.
Bilbrey JA, et al. Psychopharmacology (Berl). 2021 Nov 30. [in stampa]

Scienza/Umana: La somministrazione topica di CBD e PEA sulla pelle è ben tollerata
In una serie di studi sono stati studiati gli effetti di diversi prodotti contenenti CBD (cannabidiolo) e PEA (palmitoiletanolamide) sulla pelle. Hanno dimostrato di essere "non irritanti e non sensibilizzanti in adulti sani, e incoraggiano ulteriormente ricerche simili che valutano la loro sicurezza ed efficacia a lungo termine in partecipanti umani con malattie dermatologiche".
Dipartimento di Dermatologia, Henry Ford Health System, Detroit, USA.
Maghfour J, et al. Clin Exp Dermatol. 2021;46(8):1518-1529.

Scienza/Cellule: Il CBD modula la produzione di alcune citochine antinfiammatorie nei monociti
È stato dimostrato che il CBD altera la produzione di interleuchina-1-beta e interleuchina-6 in alcuni globuli bianchi dell'uomo, i cosiddetti monociti.
Dipartimento di Farmacologia e Tossicologia, Michigan State University, East Lansing, USA .
Sermet S, et al. Toxicology. 2021;464:153016.

Scienza/Umana: L'uso di cannabis da parte di donne incinte può causare una soppressione delle risposte immunitarie nella placenta
Secondo uno studio su bambini dai 3 ai 6 anni l'uso di cannabis delle loro madri durante la gravidanza può aver influenzato le risposte immunitarie nella placenta e aumentato l'ansia e l'iperattività nei bambini esposti al THC.
Addiction Institute of Mount Sinai, Departments of Psychiatry and Neuroscience, Icahn School of Medicine at Mount Sinai, New York, USA.
Rompala G, et al. Proc Natl Acad Sci U S A. 2021;118(47):e2106115118.

Scienza/Animale: Nei topi senza recettori CB1 c'era un alterato rilassamento dei vasi sanguigni
Studi con topi geneticamente modificati senza recettori CB1 c'era un ridotto rilassamento dei vasi sanguigni dopo la somministrazione di un cannabinoide sintetico (WIN55212-2) e dell'endocannabinoide 2-AG dimostrando che il recettore CB1 è necessario per il rilassamento dei vasi sanguigni da parte dei cannabinoidi.
MOE Key Laboratory of Modern Teaching Technology, Shaanxi Normal University, Xi'an, Cina.
Wang LN, et al. Microvasc Res. 2022;139:104263.

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Eventi online 2020

Tutte le informazioni sugli eventi online dell'IACM, compresi i video gratuiti dei webinar con sottotitoli in italiano, si possono trovare qui.

Conferenza IACM 2022

La 12a conferenza IACM sui cannabinoidi in medicina sarà posticipata all'autunno 2022 e si terrà come evento ibrido in Svizzera e online.

Members only

Regular members can sign up for the new member area of the IACM to access exclusive content.

You need to become a regular member of the IACM to access the new member area.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.