[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 03 Agosto 2020

IACM: Prorogata la scadenza per la presentazione degli abstract per la conferenza virtuale IACM 2020 sui cannabinoidi - Opportunità speciali di sponsorizzazione

Prendi parte all'innovativo progetto di IACM e AMMCann e condividi le tue ricerche sui farmaci cannabinoidi all'11a Conferenza IACM nel novembre 2020. Il formato offre modi sofisticati per presentare i tuoi poster e studi online e consente il coinvolgimento tra te e tutti coloro che sono interessati alla ricerca che fai. Tutti i poster selezionati saranno disponibili online dal 5 novembre al 15 dicembre 2020, consentendo una visibilità e un accesso prolungati da tutto il mondo. La conferenza è integrata nella stessa piattaforma di una serie di webinar nell'ottobre 2020.

Scadenza estesa per gli abstract orali: 31 agosto 2020
Scadenza per gli abstract dei poster: 30 settembre 2020

Questo formato della conferenza è anche estremamente interessante per gli sponsor, perché i visitatori hanno accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ai loro stand virtuali e alle registrazioni. Gli unici investimenti che devono fare sono costruire il loro stand con “template”. Nessun viaggio, nessun costo di hotel, nessuna costruzione di stand, nessun costo di trasporto e il personale può essere ovunque nel mondo. Come sponsor puoi essere raggiunto anche 24 ore e 7 giorni alla settimana. La piattaforma consente di chattare con i visitatori e interagire.

Registration
Call for abstracts

Europa: In un rapporto preliminare, la Commissione EURopea afferma che la canapa industriale è una droga narcotica

L'organo esecutivo dell'Unione EURopea ha congelato tutte le applicazioni di estratti di canapa e cannabinoidi naturali ai sensi del regolamento sui nuovi prodotti alimentari, considerandoli narcotici. L'Associazione EURopea della canapa industriale (EIHA) ha osservato che questa opinione è "contraria alla ragione, alla letteratura scientifica più recente e alle ambizioni verdi dell'UE". Inoltre che questa posizione "rischia di dare il colpo finale al settore e di privare gli agricoltori di un raccolto a bassa manutenzione e rotazione redditizia con potenziali benefici ambientali".

Dopo una consultazione interservizi, i servizi della Commissione EURopea sono giunti alla conclusione preliminare che gli estratti da varietà di canapa industriale di Cannabis sativa L., e quindi CBD, si qualificano come "droghe" nel quadro della legislazione dell'UE. Ciò è stato comunicato alle società che operano sul mercato EURopeo che avevano presentato una domanda di nuovi prodotti alimentari ai sensi dell'articolo 10 del regolamento 2015/2283. "Questo punto di vista preliminare è contrario a qualsiasi logica e non è altro che ingiusto (...)", afferma Lorenza Romanese, Amministratore delegato EIHA. "Altri paesi come Stati Uniti, Canada, Cina o Svizzera stanno facendo progressi".

Statement della EIHA del 27 luglio 2020

Scienza/Umana: Cannabis efficace nel trattamento dell'emicrania


Secondo uno studio condotto da scienziati della Facoltà di Economia dell'Università del New Mexico ad Albuquerque, negli Stati Uniti, l'uso di fiori di cannabis è stato efficace nel trattamento di 699 pazienti con emicrania. I partecipanti hanno registrato in tempo reale i dettagli del loro consumo di cannabis, comprese le caratteristiche del prodotto e i livelli di intensità dei sintomi su una scala da 0 a 10 prima e dopo l'autosomministrazione per trattare il dolore correlato a mal di testa o emicrania in 1328 sessioni.

Il 94% degli utenti ha riscontrato sollievo dai sintomi in una finestra di osservazione di due ore. La riduzione media dell'intensità dei sintomi è stata di 3,3 punti. Tra le caratteristiche del prodotto, i livelli di THC del 10% o più erano il predittore indipendente più forte del sollievo dei sintomi. Gli autori hanno concluso che i risultati dello studio "suggeriscono che il fiore di cannabis essiccato intero può essere un farmaco efficace per il trattamento del dolore legato all'emicrania e al mal di testa".

Stitha SS, Diviant JP, Brockelman F, Keeling K, Hall B, Lucern S, Vigild JM. Alleviative effects of Cannabis flower on migraine and headache. J Int Med 2020 Jul 18. [in stampa]

Argentina: Il paese consente le vendite di cannabis nelle farmacie e nelle coltivazioni domestiche

Mercoledì scorso il Ministro della Sanità ha incontrato attori chiave per approfondire i dettagli di un progetto di regolamento che consentirà la coltivazione domestica di cannabis e la produzione di oli e prodotti topici da parte delle farmacie locali. La misura garantirà inoltre l'accesso alla cannabis terapeutica a tutti i pazienti gratuitamente, indipendentemente dalla loro copertura sanitaria.

L'Argentina aveva formalmente legalizzato la cannabis medica nel 2017, ma la legge esistente non ha coperto le esigenze dei pazienti. Secondo attivisti e critici, la mancanza di chiarezza della legge ha creato un vuoto legale che ha costretto i pazienti a fare affidamento sul mercato illecito o a rimanere senza cure. Con questo nuovo regolamento, il governo federale argentino consentirà la coltivazione personale della cannabis a tutti i pazienti, i ricercatori o gli utenti che si iscrivono al programma nazionale sulla cannabis (REPROCANN). I coltivatori possono coltivare con mezzi personali o mediante una rete di coltivazioni. Le informazioni personali relative ai coltivatori rimarranno anonime. Non sono stati ancora definiti limiti al numero di piante consentite per persona.

Benzinga del 15 luglio 2020

Scienza/Umana: Il CBD è un trattamento sicuro per i disturbi da uso di cannabis, secondo i risultati di uno studio

Le persone con disturbi da uso di cannabis possono tranquillamente usare il cannabidiolo, o CBD, per ridurre la dipendenza dal farmaco, secondo uno studio pubblicato da The Lancet Psychiatry. Sebbene lo studio di Fase 2 sia stato progettato per valutare la sicurezza - e non l'efficacia - del CBD per il disturbo da uso di cannabis, i risultati preliminari indicano che una dose giornaliera di 400 o 800 milligrammi aiuta le persone con la condizione ad astenersi dall'uso del farmaco, secondo quanto hanno riferito i ricercatori.

"Il nostro studio fornisce le prime prove causali a supporto del CBD come trattamento per i disturbi da uso di cannabis", ha affermato il co-autore dello studio, il dott. Tom Freeman "Questo è incoraggiante" perché sebbene la dipendenza da cannabis colpisca circa 22 milioni di persone in tutto il mondo, "attualmente non esistono trattamenti farmacologici per la dipendenza da cannabis", ha dichiarato Freeman, direttore del gruppo Addiction and Mental Health dell'Università di Bath in Inghilterra.

UPI del 28 luglio 2020

Notizie in breve

Francia: Multe invece di prigione per uso di cannabis
La polizia francese inizierà a colpire gli utenti di droghe illecite, in particolare di cannabis, con multe a partire da settembre, ha affermato il primo ministro Jean Castex. Multe di 200 EURo (233 dollari USA) sono state testate in diverse città francesi nelle ultime settimane e ora saranno applicate a livello nazionale, ha detto sabato. Una legge francese risalente al 1970 consente di punire il consumo illecito di stupefacenti fino a un anno di reclusione e di una sanzione pecuniaria fino a 3.750 EURo, ma pochi utenti vanno effettivamente in carcere.
Euronews del 25 luglio 2020

USA: Il Congresso approva il CBD e i prodotti della canapa industriale per i membri militari
Questa settimana il Congresso ha approvato un emendamento per consentire ai membri militari l'uso della canapa e dei prodotti a base di CBD. "Il Segretario alla Difesa non può vietare, sulla base di un prodotto contenente canapa o qualsiasi ingrediente derivato dalla canapa, il possesso, l'uso o il consumo di tale prodotto da parte di un membro delle Forze armate", si legge nell'emendamento.
The Fresh Toast del 21 luglio 2020

Scienza/Umana: L'uso di stimolanti su prescrizione è maggiore negli Stati Uniti senza le leggi sulla cannabis medica
Utilizzando i dati del National Survey on Drug Use and Health per adulti con 126463 partecipanti, l'uso di stimolanti da prescrizione è stato più elevato negli Stati Uniti senza l'uso legale di cannabis terapeutica per la maggior parte dei sottogruppi di lesbiche, gay e bisessuali.
Dipartimento di Scienze sociomediche, Columbia University Mailman School of Public Health, New York, USA.
Department of Sociomedical Sciences, Columbia University Mailman School of Public Health, New York, USA.
Philbin MM, et al. Int J Drug Policy. 2020;84:102861.

Scienza/Umana: La maggior parte dei pazienti con dolore ritiene che la cannabis debba essere legalizzata per uso medicinale
Secondo un sondaggio condotto su 555 pazienti da sottoporre a artroplastica articolare, il 75% era interessato ad aver prescritta cannabis per il dolore acuto e cronico. Il 77% dei pazienti è fortemente d'accordo o d'accordo sul fatto che la cannabis debba essere legalizzata per uso medico.
Colorado Joint Replacement, Denver, CO, USA.
Jennings JM, et al. J Arthroplasty. 2020:S0883-5403(20)30716-6

Scienza/Umana: Più giovani australiani userebbero la cannabis se legale
Secondo un sondaggio condotto su 3052 adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni e giovani adulti di età compresa tra 18 e 25 anni, è stato stimato che il 17% degli adolescenti proverebbe (13%) o userebbe (4%) e il 32% dei giovani adulti proverebbe ( 15%) o userebbe (17%) cannabis se fosse legale. Tra coloro che hanno dichiarato di voler provarla, l'85% degli adolescenti e il 59% dei giovani adulti non hanno mai usato la cannabis.
Centro per la ricerca sull'abuso di sostanze giovanili, Università del Queensland, Brisbane, Australia.
Leung J, et al. Drug Alcohol Rev. 2020 Jul 29. [in stampa]

Scienza/Umana: Più adolescenti hanno usato cannabis negli ultimi mesi negli Stati Uniti con leggi sulla cannabis medica
Secondo i dati dello studio nazionale sulla tossicodipendenza e la salute degli anni 2013-2016, gli adolescenti residenti negli stati con leggi sulla cannabis medica avevano un rischio elevato di utilizzare la cannabis nell'ultimo mese e nell'ultimo anno.
School of Public Health, University of Texas Health Science Center di Houston, USA.
Wong SW, et al. J Psychoactive Drugs. 2020:1-10

Scienza/Cellule: La vitamina D si lega al recettore vanilloide-1
La vitamina D è un agonista parziale endogeno del potenziale recettore di canale transitorio vanilloide 1 (recettore vanilloide-1). Gli autori hanno osservato che la vitamina D può "svolgere un importante ruolo fisiologico in aggiunta ai suoi effetti noti attraverso la via del recettore nucleare della vitamina D", ad esempio nel dolore neuropatico.
Alberta Diabetes Institute, Facoltà di Medicina e Odontoiatria, Università di Alberta, Edmonton, Canada.
Long W, et al. J Physiol. 2020 Jul 28. [in stampa]

Scienza/Umana: L'uso di cannabis è associato a una migliore funzione sessuale nelle donne
Secondo un sondaggio condotto su 452 donne, l'aumento della frequenza del consumo di cannabis era associato a una migliore funzione sessuale. Le donne, che hanno riportato un maggiore consumo di cannabis, hanno riportato punteggi più alti nell'Indice delle funzioni sessuali femminili, con desiderio, eccitazione, orgasmo e soddisfazione migliorati.
Dipartimento di Urologia, Stanford University Medical Center, USA.
Kasman AM, et al. Sex Med. 2020:S2050-1161(20)30086-6

Scienza/Umana: Può svilupparsi tolleranza per gli effetti antiepilettici del CBD
In uno studio prospettico con 92 pazienti di età compresa tra 1 e 37 anni con epilessia resistente al trattamento, che sono stati trattati con una combinazione di THC e CBD nel rapporto da 1 a 20, ricercatori hanno osservato uno sviluppo di tolleranza. Il tempo medio di follow-up è stato di 20 mesi. La tolleranza è stata definita come necessità di aumentare la dose del 30% o più. La tolleranza è stata osservata nel 25% dei pazienti dopo una durata media di 7 mesi.
Pediatric Neurology Institute, Dana-Dwek Children's Hospital, Tel Aviv Sourasky Medical Center, Israele.
Uliel-Sibony S, et al. Brain Dev 2020:S0387-7604(20)30183-2.

Scienza/Animale: Il colesterolo regola gli effetti antidolorifici dei cannabinoidi attraverso i recettori della glicina
La riduzione del colesterolo di membrana nel midollo spinale riduce significativamente la riduzione del dolore da un derivato del CBD (DH-CBD), che attiva il recettore della glicina. Anche la simvastatina, un farmaco che riduce i livelli di colesterolo, ha ridotto la riduzione del dolore da DH-CBD. Gli autori hanno concluso che "il colesterolo spinale è fondamentale per l'efficacia dell'analgesia glicinergica indotta dai cannabinoidi".
Institute on Aging and Brain Disorders, University of Science and Technology of China, Hefei, Cina.
Yao L, et al. Neuropharmacology 2020:108242

Scienza: Una rassegna mostra che diversi componenti della cannabis possono avere effetti anticancro
I potenziali effetti anticancro di cannabinoidi, terpeni e flavonoidi, presenti nella cannabis, sono stati esplorati in una revisione della letteratura.
Dipartimento di Farmacologia, Facoltà di Medicina, Dalhousie University, Halifax, Canada.
Tomko AM, et al. Cancers (Basel) 2020;12(7):E1985

Scienza/Animale: La canapa può ridurre la malattia del fegato grasso
In uno studio con ratti, le frazioni lipidiche di semi di canapa hanno alleviato la malattia del fegato grasso indotta dalla dieta ricca di grassi attraverso la regolazione dell'infiammazione e dello stress ossidativo.
Dipartimento di Biofisica, Università di Panjab, Chandigarh, India.
Kaushal N, et al. Heliyon. 2020;6(7):e04422

Scienza/Cellule: Il CBD ha aumentato gli effetti della chemioterapia convenzionale contro il carcinoma ovarico
La ricerca mostra il potenziale promettente delle microparticelle di CBD somministrate in combinazione con paclitaxel (PTX) per il trattamento del carcinoma ovarico, "poiché consentirebbe di ridurre la dose somministrata di questo farmaco antineoplastico mantenendo la stessa efficacia e, di conseguenza, riducendo gli effetti collaterali del PTX. ”
Dipartimento di Farmaceutica e Tecnologia Alimentare, Facoltà di Farmacia, Università Complutense di Madrid, Spagna.
Fraguas-Sánchez AI, et al. EUR J Pharm Biopharm. 2020:S0939-6411(20)30211-3

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Eventi online gratuiti 2020

Potete trovare tutte le informazioni qui.

L'IACM terrà una serie di webinar gratuiti e un incontro online gratuito per l'anniversario da ottobre a novembre 2020.

Tutti i webinar si terranno in inglese con sottotitoli in tedesco, francese, spagnolo e portoghese. Tutti i webinar saranno disponibili online fino a marzo 2021.

L'incontro online
per celebrare il 20° anniversario dell'IACM e per onorare il 90° compleanno di Raphael Mechoulam sarà una sessione dal vivo solo il 5 novembre 2020.

I relatori della serie di webinar sono Donald I. Abrams, Bonni Goldstein, Franjo Grotenhermen, Manuel Guzmán, Raphael Mechoulam, Kirsten Müller-Vahl, Roger Pertwee, Daniele Piomelli e Ethan Russo.

Potete trovare tutte le informazioni qui.

Conferenza IACM 2021

La dodicesima conferenza IACM sui cannabinoidi in medicina si terrà a Basilea, in Svizzera, dal 14 al 16 ottobre 2021.

Members only

Regular members can sign up for the new member area of the IACM to access exclusive content.

You need to become a regular member of the IACM to access the new member area.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.