[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 07 Aprile 2019

Scienza/Umana: L'uso di cannabis è associato a una minore probabilità di obesità in persone sane

In un gruppo rappresentativo per la popolazione degli Stati Uniti che è stato seguito per 3 anni, l'uso di cannabis è stato associato ad un minore aumento del BMI (indice di massa corporea). I ricercatori del Department of Family Medicine della Michigan State University di East Lansing, USA, hanno pubblicato le loro ricerche sull'International Journal of Epidemiology. Gli adulti hanno completato interviste personali assistite da computer sull'uso di cannabis, peso corporeo e altezza ai tempi 1 (2001-2002) e 2 (2004-2005).

Al tempo 2, il 77% dei partecipanti non ha mai usato cannabis, il 18% ha interrotto l'uso, il 3% aveva iniziato e il 2% era un utilizzatore persistente. Il cambiamento stimato del BMI nell'arco di 3 anni mostra un aumento per tutti i sottogruppi. Rispetto ai non utenti, c'era un'associazione inversa di uso di cannabis con l'obesità e l'indice di massa corporea.

Alshaarawy O, Anthony JC. Are cannabis users less likely to gain weight? Results from a national 3-year prospective study. Int J Epidemiol. 2019 Mar 16. [in press]

Scienza: Degradazione del THC nell'arco di 4 anni in diverse condizioni di conservazione

I ricercatori del Laboratorio di Igiene Ambientale e Tossicologia Forense del Dipartimento DMPO di Venezia, Italia, hanno studiato la degradazione del THC in materiali a base di erbe e resina contenenti diverse concentrazioni iniziali di THC. Quattro campioni rappresentativi sono stati raccolti da ciascun materiale di studio e sono stati mantenuti per un periodo prolungato (quattro anni) in diverse condizioni controllate di stoccaggio: (A) luce e temperatura ambiente (22 ° C); (B) oscurità e temperatura ambiente; (C) oscurità e refrigerazione (4 ° C); (D) oscurità e congelamento (-20 ° C).

Quasi il 100% del THC è stato degradato dopo quattro anni nelle condizioni A e B (temperatura ambiente, luce o buio). I dati indicano che la temperatura di conservazione e l'esposizione alla luce hanno avuto due effetti diversi sulla conversione di THC in CBN. Sono stati proposti modelli che consentono di predire il tempo di conservazione, se sconosciuto, e il contenuto iniziale di THC, dalla misurazione del contenuto di THC e CBN in qualsiasi momento in condizioni di conservazione A.

Zamengo L, Bettin C, Badocco D, Di Marco V, Miolo G, Frison G. The role of time and storage conditions on the composition of hashish and marijuana samples: A four-year study. Forensic Sci Int. 2019;298:131-137.

Notizie in breve

USA: La Florida revoca il divieto di fumare cannabis
Il governatore della Florida Ron DeSantis ha firmato un disegno di legge per revocare il divieto statale di fumare cannabis medica. Una legge del 2017 promulgata dall'ex governatore Rick Scott aveva vietato la cannabis.
UPI del 19 marzo 2019

Scienza/Umana: L'uso di cannabis negli adolescenti è diminuito nello Stato di Washington dopo la legalizzazione
L'uso di cannabis è diminuito tra gli adolescenti secondo un sondaggio con 76.000 giovani rappresentanti dell' 8 ° e 10 ° grado scolastico nello stato di Washington. È aumentato solo tra i giovani lavoratori del 12 ° grado.
College of Nursing-Spokane, Washington State University, Washington, Stati Uniti.
Graves JM, et al.J Adolesc Health 2019 Mar 14. [in stampa]

Scienza/Umana: L'uso di cannabis mitiga l'infiammazione associata all'uso di alcol
In uno studio con 66 bevitori regolari di alcolici la cannabis concomitante riduce la concentrazione del mediatore pro-infiammatorio interleuchina-6. Gli autori hanno scritto che "i risultati preliminari suggeriscono che i composti dei cannabinoidi possono servire a mitigare l'infiammazione associata all'uso di alcol".
Dipartimento di Psicologia e Neuroscienze, Università del Colorado Boulder, Colorado, USA.
Karoly HC, et al. Alcool Clin Exp Res. 2018; 42 (3): 531-539

Scienza/Umana: L'uso di cannabis mitiga l'infiammazione associata all'uso di alcol
In uno studio con 66 bevitori regolari di alcolici la cannabis concomitante riduce la concentrazione del mediatore pro-infiammatorio interleuchina-6. Gli autori hanno scritto che "i risultati preliminari suggeriscono che i composti dei cannabinoidi possono servire a mitigare l'infiammazione associata all'uso di alcol".
Dipartimento di Psicologia e Neuroscienze, Università del Colorado Boulder, Colorado, USA.
Karoly HC, et al. Alcool Clin Exp Res. 2018; 42 (3): 531-539

Scienza/Umana: L'uso di cannabis pesante è più probabilmentee associato alla depressione
Secondo un ampio studio "gli utilizzatori di cannabis hanno tassi di prevalenza costantemente più alti di disturbi depressivi rispetto ai non utilizzatori".
Dipartimento di Medicina e Chirurgia, Università di Milano Bicocca, Italia.
Carrà G, et al. Subst Abus. 2019: 1-7

Scienza/Umana: L'uso di cannabis nei pazienti con schizofrenia è associato a un ridotto rischio di malattia infiammatoria intestinale
In uno studio con 21.066 casi di schizofrenia e 176.935 soggetti di controllo, l'uso di cannabis è stato associato a un ridotto rischio di malattia infiammatoria dell'intestino in pazienti con schizofrenia ma non nel gruppo di controllo.
Centro di ricerca di Copenhagen per la salute mentale - CORE, Centro di salute mentale di Copenaghen, Ospedale universitario di Copenaghen, Danimarca.
Olesen JA, et al. Psychol Med. 2019: 1-8

Scienza/Umana: L'uso di cannabis da parte degli adolescenti è stato associato ad una maggiore probabilità di tentativi di suicidio
In uno studio condotto su 456 adolescenti, che hanno riportato pensieri suicidi, e 569, che hanno riportato autolesionismo non suicidario a 16 anni di età, l'uso di cannabis è stato associato a una probabilità aumentata di 2,6 per il passaggio ai tentativi di suicidio.
Popolazione Scienze della salute, Università di Bristol Medical School, Regno Unito.
Mars B, et al. Lancet Psychiatry. 2019; 6 (4): 327-337

Scienza/Umana: La degradazione del CBD è più lenta nelle persone con insufficienza epatica
In uno studio clinico i pazienti con malattia epatica presentavano una degradazione più lenta del CBD rispetto alle persone sane. Gli autori hanno concluso che i loro "risultati indicano che è necessaria una modifica della dose nei pazienti con insufficienza epatica moderata e grave, e una dose iniziale più bassa e una titolazione più lenta sono necessarie sulla base del rapporto rischio-beneficio".
GW Research Ltd, Cambridge, Regno Unito.
Taylor L, et al. J Clin Pharmacol. 2019 mar 28. [in corso di stampa]

Scienza/Umana: L'aloperidolo riduce gli effetti psicologici del THC
In uno studio con 28 individui sani, i risultati "hanno mostrato che l'aloperidolo ha ridotto l'effetto psicotomimetico del delta-9-THC".
Dipartimento di Psichiatria, Yale University School of Medicine, New Haven, USA.
Gupta S, et al. Psicopharmacology (Berl). 2019 mar 27. [in corso di stampa]

Scienza/Umana: L'uso di cannabis durante la gravidanza è associato a un basso peso alla nascita
In uno studio condotto su 2173 pazienti neonati nati da madri, risultati positivi al test del THC nelle urine, i bambini avevano un peso alla nascita inferiore (media: 2925 g) rispetto ai bambini non esposti al THC (media: 3235 g).
Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia e Hatton Research Institute, TriHealth, Cincinnati, Ohio, USA.
Howard DS, et al. J Addict Med. 2019 Mar 1. [In corso di stampa]

Scienza/Animale: Il recettore CB2 è coinvolto nella guarigione delle ferite della cornea
In uno studio sui topi è stata trovata evidenza che il recettore CB2 svolge un ruolo importante nella guarigione dopo lesione della cornea e che questi recettori sono necessari per la normale chiusura della ferita.
Il Gill Center for Biomolecular Science e il Dipartimento di Scienze Psicologiche e del Cervello, Indiana University, Bloomington, USA.
Murataeva N, et al. Exp Eye Res. 2019 Mar 21. [in corso di stampa]

Scienza/Umana: La cannabis ad alta potenza è associata ad un rischio più elevato di psicosi
Secondo uno studio condotto su pazienti in 11 siti in tutta EURopa e in Brasile con psicosi del primo episodio, l'uso di cannabis ad alta potenza (più del 10% di THC) era associato a un rischio più elevato di psicosi rispetto alla cannabis a bassa potenza (meno del 10% di THC).
Centro di Psichiatria Genetica e dello Sviluppo, Istituto di Psichiatria, King's College di Londra, Londra, Regno Unito.
Di Forti M, et al. Lancet Psychiatry. 2019 Mar 19. [in corso di stampa]

Scienza: Nuovi brevetti per circa 30 nuovi antagonisti dei recettori dei cannabinoidi tra il 2015 e il 2018
Secondo una recensione sui nuovi brevetti "i recettori e i modulatori del recettore CB1 ad azione periferica sono una classe emergente di farmaci per la sindrome metabolica, la steatoepatite non alcolica (NASH) e altri importanti disturbi nei quali questo recettore è implicato".
Centre for Drug Discovery, RTI International, Research Triangle Park, USA.
Amato G, et al. Expert Opin Ther. 2019 Mar 20. [in corso di stampa]

Scienza/Animale: Un derivato sintetico del CBG migliora la generazione di nuove cellule nervose nel cervello
Un derivato sintetico del cannabigerolo (CBG), chiamato VCE-003.2, migliora la produzione di nuove cellule nervose e ha protetto le cellule nervose in un modello animale della malattia di Huntington.
Instituto Ramón y Cajal de Investigación Sanitaria (IRYCIS), Ctra. Colmenar Viejo, Madrid, Spagna.
Aguareles J, et al. Transl Neurodegener. 2019; 8:. 9

Scienza/Animale: Il CBD riduce il dolore neuropatico nei ratti diabetici
In uno studio con ratti affetti da diabete e dolore neuropatico, il CBD in una dose moderata ha ridotto il dolore.
Facoltà di Filosofia, Scienze e Lettere dell'Università di São Paulo, Ribeirão Preto, Brasile.
Jesus CHA, et al. Brain. 2019 mar 18. [in corso di stampa]

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Eventi online gratuiti 2020

Potete trovare tutte le informazioni qui.

L'IACM terrà una serie di webinar gratuiti e un incontro online gratuito per l'anniversario da ottobre a dicembre 2020.

Tutti i webinar si terranno in inglese con sottotitoli in tedesco, francese, spagnolo e portoghese. Tutti i webinar saranno disponibili online fino a marzo 2021.

L'incontro online
per celebrare il 20° anniversario dell'IACM e per onorare il 90° compleanno di Raphael Mechoulam sarà una sessione dal vivo solo il 5 novembre 2020.

I relatori della serie di webinar sono Donald I. Abrams, Bonni Goldstein, Franjo Grotenhermen, Manuel Guzmán, Raphael Mechoulam, Kirsten Müller-Vahl, Roger Pertwee, Daniele Piomelli e Ethan Russo.

Potete trovare tutte le informazioni qui.

Conferenza IACM 2021

La dodicesima conferenza IACM sui cannabinoidi in medicina si terrà a Basilea, in Svizzera, dal 14 al 16 ottobre 2021.

Members only

Regular members can sign up for the new member area of the IACM to access exclusive content.

You need to become a regular member of the IACM to access the new member area.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.