[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 23 Dicembre 2018

OMS: la revisione sulla cannabis sarà tenuta sotto chiave

La molto attesa pubblicazione dei risultati di due anni di valutazione scientifica delle foglie di cannabis, il "Critical Review on Cannabis", non è stato fatta come previsto il 7 dicembre presso la sede di Vienna delle Nazioni Unite durante la riunione del CND (Commissione sugli stupefacenti). L'ultima valutazione dell'OMS nel 1954 ha innescato il divieto globale nel quadro del Trattato sul controllo delle droghe delle Nazioni Unite.

Quando è arrivato il momento di dimostrare i risultati di fronte a un folto pubblico, tutti sono rimasti sbalorditi quando il portavoce della OMS ha annunciato che il risultato sulla cannabis è stato mantenuto confidenziale, ma non ha annunciato alcuna data per la pubblicazione. I relatori delle ONG hanno criticato il fatto che l'OMS non ha obbedito alle proprie regole e linee guida.

Press Release by FAAAT of 7 December 2018

Scienza/Umana: la cannabis è efficace nella spasticità dovuta alla sclerosi laterale amiotrofica

In uno studio controllato con placebo con 59 pazienti affetti da spasticità dovuta a sclerosi laterale amiotrofica o sclerosi laterale primaria, un estratto di cannabis (Sativex) ha diminuito la spasticità senza gravi effetti collaterali. Lo studio è stato condotto presso 4 centri in Italia e pubblicato da ricercatori dell'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, in Lancet Neurology. Il Sativex contiene THC e CBD in un rapporto di circa 1 a 1 ed è stato somministrato fino ad una dose massima di 32,4 milligrammi di THC. I partecipanti hanno auto-titolato la loro dose in 14 giorni di trattamento e poi hanno mantenuto la dose per 4 settimane. 29 pazienti hanno ricevuto Sativex e 30 placebo.

La spasticità secondo la scala di Ashworth modificata è migliorata di una media di 0,11 nel gruppo cannabis e diminuita di una media di 0,16 nel gruppo placebo. La cannabis è stata ben tollerata e nessun partecipante si è ritirato dallo studio.

Riva N, Mora G, Sorarù G, Lunetta C, Ferraro OE, Falzone Y, Leocani L, Fazio R, Comola M, Comi G, CANALS Study Group. Safety and efficacy of nabiximols on spasticity symptoms in patients with motor neuron disease (CANALS): a multicentre, double-blind, randomised, placebo-controlled, phase 2 trial. Lancet Neurol. 2018 Dec 13. [in press]

Nuova Zelanda: la cannabis medica sarà ampiamente disponibile

Il governo della Nuova Zelanda ha approvato una legge che renderà ampiamente disponibile la cannabis medica per migliaia di pazienti, dopo anni di campagne da parte di malati cronici neozelandesi che affermano che la la cannabis è l'unica cosa che allevia il loro dolore. La legislazione consentirà anche ai malati terminali di fumare subito cannabis senza dover affrontare la possibilità di essere perseguiti penalmente.

Il ministro della salute, David Clarke, ha detto che migliaia di neozelandesi vivono con dolore cronico e dolore terminale e l'evidenza che la marijuana possa tranquillamente aiutare ad alleviare la loro sofferenza è robusta. La legge aprirebbe anche la strada alle società neozelandesi di produrre cannabis medicinale per il mercato locale e internazionale. La legislazione anticipa un referendum sull'uso della cannabis ricreativa nel 2020.

The Guardian of 11 December 2018

Corea del Sud: la cannabis sarà resa disponibile per alcuni pazienti

I pazienti con epilessia e altre malattie rare saranno in grado di ottenere cannabis medica nel paese all'inizio del 2019, come dichiarato dal ministero della sicurezza alimentare e dei farmaci il 29 novembre.Il 23 novembre l'Assemblea nazionale ha approvato un progetto di legge per modificare la legge sugli stupefacenti, così la vendita, l'importazione e l'esportazione di cannabis per scopi medici diventeranno presto legali.

Quando l'emendamento entrerà in vigore, la cannabis medicinale potrà essere importata da paesi come gli Stati Uniti o l'Europa. Tuttavia, l'importazione e l'uso di cannabis da paesi che non hanno approvato l'uso medico saranno severamente vietati. Per ottenere un'approvazione per l'uso di prodotti farmaceutici a base di cannabis dal governo, i pazienti dovranno presentare le loro cartelle cliniche e una nota dei loro medici attestante che non esiste un trattamento alternativo in Corea.

Korea Herald of 29 November 2018

Notizie in breve

Scienza/Umana: Il CBD può essere utile nel disturbo post-traumatico da stress
In un'analisi retrospettiva di 11 pazienti con disturbo da stress post-traumatico trattati con CBD, 10 pazienti hanno avuto una diminuzione della gravità dei sintomi. La dose giornaliera media di CBD era di circa 49 mg (intervallo: 2-100 mg). Il CBD offriva anche sollievo in un sottogruppo di pazienti con frequenti incubi.
Rocky Vista University, Parker, Stati Uniti d'America.
Elms L, et al. J Altern Complement Med. 2018 Dec 13. [in press]

Scienza/Umana: la cannabis riduce il rischio di gastrite associata all'alcol
In un'analisi di 316.916 pazienti con una diagnosi di uso pericoloso di alcol, gli utilizzatori di cannabis hanno avuto un rischio più basso di sviluppare la gastrite. Il rischio di ospedalizzazione dovuto a gastrite è stato ridotto dall'1,7% all'1,3%, che è una probabilità ridotta del 25% di gastrite alcolica.
North Shore Medical Center, Salem, Massachusetts, Stati Uniti d'America.
Adejumo AC, et al. Alcohol Clin Exp Res. 2018 Dec 10. [in press]

Scienza/Umana: l'uso di cannabis non è associato ad anomalie della struttura della corteccia cerebrale
In uno studio su 141 consumatori di cannabis di intensità diversa e 120 controlli non vi è stato alcun effetto della cannabis su caratteristiche chiave della corteccia cerebrale, compreso lo spessore della corteccia. Gli autori hanno concluso che i loro "risultati hanno rivelato che la morfologia corticale non era associata all'uso di cannabis, dalla dipendenza, o dall'età di inizio."
Università di Monash, Melbourne, Australia.
Chye Y, et al. EUR Neuropsychopharmacol. 2018 Dec 14. [in press]

Scienza/Umana: l'uso di cannabis non aumenta i problemi di condotta nei giovani
Secondo uno studio longitudinale con 364 adolescenti con un'età media di 13,5 anni all'inizio dello studio, l'uso di cannabis non ha comportato maggiori problemi di comportamento rispetto ai non utilizzatori a parte i problemi di comportamento preesistenti. Adolescenti, che "hanno maggiori problemi di condotta hanno maggiori probabilità di utilizzare la cannabis e questa catena di eventi sembra predire il disturbo da cannabis nell'età adulta emergente. "
Annenberg Public Policy Center, Università della Pennsylvania, Philadelphia, USA.
Defoe IN, et al. Addiction. 2018 Nov 20. [in press]

Europa: Revisione dell'uso medico della cannabis da parte del Centro di monitoraggio per i farmaci
L'Osservatorio EURopeo delle droghe e delle tossicodipendenze ha pubblicato una relazione sulla situazione della cannabis medica e cannabinoidi nei paesi EURopei.
Medical use of cannabis and cannabinoids

Francia: ulteriore passo verso l'uso medico della cannabis
Il comitato scientifico, a cui è stato chiesto dal governo di fare una revisione sull'uso medico potenziale di cannabis, è giunto alla conclusione che la cannabis può essere utile in determinate condizioni, tra cui epilessia, cancro e sclerosi multipla.
Vie Publique of 18 December 2018

Isole dei Caraibi: Due isole legalizzano l'uso medico della cannabis
Saint Vincent e Grenadine (SVG) è il primo membro OCSE (Organizzazione degli Stati dei Caraibi orientali) a consentire l 'uso della cannabis per scopi medici e di ricerca scientifica, e la produzione di cannabis in un quadro strettamente controllato.
Pressroom OECS of 12 December 2018

Lussemburgo: La cannabis sarà legalizzata per uso ricreativo
Durante una conferenza stampa tenuta dai tre partiti della coalizione - Partito Democratico,
Partito socialista operaio del Lussemburgo (LSAP) e I Verdi - i leader politici hanno detto che la cannabis sarà legalizzata. Sarà anche distribuita commercialmente, come è stato confermato dal vice primo ministro Etienne Schneider.
International High Life of 30 November 2018

Scienza/Umana: CBD efficace nella schizofrenia resistente al trattamento secondo un caso clinico
Il trattamento aggiuntivo con CBD in una dose di 2 × 750 mg ha considerevolmente migliorato i sintomi positivi e negativi in una donna di 57 anni con schizofrenia altrimenti resistente al trattamento. Gli autori hanno osservato che "il CBD potrebbe essere particolarmente adatto per quei pazienti che sono resistenti agli antipsicotici grazie alla sua diversa modalità di azione. "
Dipartimento di Psichiatria e Psicoterapia, Università di Lipsia, Germania.
Makiol C, et al. ANZJP. 2018 Dec 13. [in press]

Scienza/Umana: Osservazione a lungo termine di bambini con epilessia trattati con CBD
In uno studio con 26 bambini, che ha iniziato il trattamento con CBD tra aprile 2013 e dicembre 2014, gli autori hanno concluso che "nel corso di un periodo di 4 anni, il cannabidiolo era efficace nel 26,9% dei bambini con epilessia altrimenti refrattaria. E' stato ben tollerato in circa il 20% dei pazienti, ma l'80,8% ha avuto effetti avversi, compreso il 23,1% con eventi avversi gravi. Diminuzione dell'appetito e diarrea erano frequenti insieme con perdita di peso che è diventato evidente solo più tardi nel trattamento ".
Dipartimento di Neurologia, Columbia University, New York, USA.
Sands TT, et al. CNS Drugs. 2018 Nov 20. [in press]

Scienza/Umana: Gli effetti negativi del consumo di cannabis sulla cognizione nei giovani sono inferiori in quelli con buona forma fisica
Uno studio è stato condotto con 79 giovani adulti, di cui 37 consumatori di cannabis, di età compresa tra 16 e 26 anni, per investigare gli effetti della cannabis sulla memoria e sulla velocità psicomotoria. Le indagini sono state fatte dopo 3 settimane di astinenza. L'uso di cannabis era associato a una riduzione delle prestazioni nella memoria di lavoro e nei compiti psicomotori. L'elevata capacità aerobica degli utilizzatori di cannabis è stata associata a una migliore prestazioni rispetto agli utenti di basso livello.
Dipartimento di Psicologia, Università del Wisconsin-Milwaukee, Wisconsin, USA.
Wade NE, et al. J Int Neuropsychol Soc. 2018:1-12.

Scienza/Umana: L'uso di cannabis è associato a un ridotto rischio di pancreatite associata all'alcol
In un ampio studio con centinaia di migliaia di cittadini statunitensi, l'uso concomitante di cannabis e alcool è stato associato ad una ridotta incidenza di pancreatite acuta (riduzione del 50%) e pancreatite cronica (riduzione del 23%) rispetto agli utenti abusanti di alcol senza uso di cannabis.
Dipartimento di Medicina, North Shore Medical Center, Salem, USA.
Adejumo AC, et al. Alcohol Clin Exp Res. 2018 Dec 20. [in press]

Scienza/Umana: Il numero di persone che usano cannabinoidi farmaceutici è aumentato in Canada
Il numero di persone che usano cannabinoidi farmaceutici, principalmente nabilone (96%), è aumentato da 0,022% nel 2004/2005 allo 0,16% nel 2014/2015.
Memorial University di Terranova, St. John's, Canada.
Alkabbani W, et al. CMAJ Open.
2018;6(4):E637-E642

Scienza/Umana: La sensazione euforica della corsa è associata agli endocannabinoidi e ad altri neurotrasmettitori
In uno studio con 25 corridori, i ricercatori hanno trovato cambiamenti nell'attività dei geni che implicano endorfine, endocannabinoidi e GABA in coloro che hanno provato un cosiddetto "runner high".
Marist College, Dipartimento di Biologia, Poughkeepsie di New York, USA.
Hicks SD, et al. Med Sci Sports Exerc. 2018 Dec 14. [in press]

Scienza/Animale: I semi di canapa contengono composti che proteggono le cellule nervose
Nei topi le fenilpropionammidi dei semi di canapa prevenivano i danni ai nervi indotti dall'infiammazione.
Università di Shandong, Jinan, Cina.
Zhou Y, et al. ACS Omega. 2018;3(11):15988-15995.

Scienza/Animale: Il fumo di tabacco può disturbare il sistema endocannabinoide nella prima infanzia
In uno studio con topi l'esposizione al fumo di tabacco durante i giorni da 3 a 14 dopo la nascita ha causato disturbo del sistema endocannabinoide nel tronco encefalico e nello striato, regioni che sono coinvolte nella sindrome della morte infantile improvvisa.
Università di San Paolo, Brasile.
Torres LH, et al. Toxicol Lett. 2018 Dec 13. [in press]

Scienza/Animale: alti livelli di endocannabinoidi riducono il desiderio di metamfetamina
In uno studio con ratti, che erano dipendenti dalla metanfetamina, il trattamento con una droga sintetica, che aumenta il livello dell'endocannabinoide 2-AG (2-arachidonoilglicerolo) ha ridotto il comportamento di craving alla metanfetamina e comportamento simil-ansioso.
Nagasaki International University, Giappone.
Nawata Y, et al. Int J Neuropsychopharmacol. 2018 Nov 27. [in press]

Scienza/Animale: Il trattamento con CBD durante la pubertà può prevenire la schizofrenia
In un modello di ratto di schizofrenia, il trattamento con CBD ha prevenuto il comportamento simile alla schizofrenia. Gli autori hanno scritto che "la comparsa di deficit simili alla schizofrenia" può essere prevenuta dal "trattamento precoce"con cannabidiolo."
Dipartimento di Farmacologia, Facoltà di Medicina, Università Masaryk, Brno, Repubblica Ceca.
Stark T, et al. Neuropharmacology.
2018;146:212-221.

Scienza/Cellule: Il numero di recettori CB1 è aumentato nel cancro dello stomaco
Il numero di recettori CB1 è aumentato nelle cellule tumorali dello stomaco. Gli autori concludono che un trattamento, che abbia come target il recettore CB1, può rappresentare una strategia terapeutica per il trattamento del cancro allo stomaco.
Università di Qingdao, Yantai, Cina.
Xian X, et al. Onco Targets Ther. 2018;11:7503-7512.

Scienza/Animale: La cannabis può essere utile nella malaria
In uno studio condotto su topi infettati con la malaria una dieta, inclusa la cannabis, ha migliorato la sopravvivenza. Gli autori hanno concluso, che "C. la sativa mostrava una blanda attività antimalarica in vivo. C'era una evidente riduzione delle manifestazioni sintomatiche della malaria. "
Università di Ilorin, Nigeria.
Akinola O, et al. Cannabis Cannabinoid Res. 2018;3(1):219-227.

Scienza/Umana: Molti pazienti con sclerosi multipla usano la cannabis, se è legale
In un sondaggio tra pazienti con sclerosi multipla condotto in Colorado, USA, dove si trova la cannabis legale per gli adulti, il 38% utilizzava cannabis, di cui il 57% ha categorizzato il proprio uso come strettamente medico.
Scuola di Medicina dell'Università del Colorado, Aurora, USA.
Weinkle L, et al. Mult Scler Relat Disord. 2018;27:383-390.

Scienza/Animale: L'attivazione del recettore CB2 protegge il cuore nel diabete
In uno studio con topi diabetici trattati con un cannabinoide sintetico (HU 308), che attiva il
Il recettore CB2, ha prodotto effetti di protezione del cuore. Questo effetto protettivo è stato osservato anche in topi diabetici sottoposti a livelli elevati di glucosio.
Dipartimento di Medicina Riabilitativa, Ospedale Zhejiang, Hangzhou, Cina.
Wu A, et al. Front Pharmacol.
2018;9:1292.

Scienza/Animale: Il CBD può essere utile nell'asma allergico
In uno studio con asma allergico il CBD indipendentemente dal dosaggio ha ridotto la iperreattività delle vie aeree e diminuito l'infiammazione.
Extreme University a sud di Santa Catarina, Criciúma, Brasile.
Vuolo F, et al. EUR J Pharmacol. 2018;843:251-259.

Scienza/Animale: Il CBD può prevenire danni da ridotta fornitura di ossigeno durante la nascita
Uno studio con maiali neonati di un giorno, le cui arterie al cervello erano chiuse per 20 minuti, si è dimostrato che il CBD somministrato per via endovenosa "offre alcuni effetti neuroprotettivi ma la combinazione di cannabidiolo e l'ipotermia mostra un effetto additivo che porta a una neuroprotezione più completa rispetto al cannabidiolo o ipotermia da sola."
Instituto de Investigación Sanitaria San Carlos (IdISSC), Madrid, Spagna.
Barata L, et al. Neuropharmacology.
2018;146:1-11.

Scienza/Animale: L'azione antagonista nel recettore CB2 può essere utile nelle malattie autoimmuni
In uno studio con topi, un agonista inverso selettivo del recettore CB2 (JTE907) ha ridotto la gravità della malattia di colite influenzando i tipi di linfociti.
Dipartimento di Medicina, Sezione di Farmacologia, Università di Perugia, Italia.
Gentili M, et al. Pharmacol Res. 2018 Dec 12. [in press]

Scienza/Animale: il CBD contrasta gli effetti del THC sulla pressione intraoculare
Mentre il THC è noto per ridurre la pressione intraoculare, il che può essere utile nel glaucoma, il CBD impedisce al THC di abbassare la pressione oculare.
Indiana University, Bloomington, Stati Uniti d'America.
Miller S, et al. Invest Ophthalmol Vis Sci. 2018;59(15):5904-5911.

Scienza/Umana: Gli utenti di cannabis hanno uno spessore corticale inferiore dell'ippocampo nel cervello
In questo studio l'ippocampo, una certa regione del cervello, è stato studiato in 50 anziani con una media età di 67 anni. Ci sono state piccole differenze tra 24 consumatori di cannabis pesanti per una media di 29 anni e 26 non utenti. Gli autori hanno concluso che "gli effetti negativi dell'uso cronico" di cannabis dell'adolescente sulla struttura ippocampale viene mantenuto fino alla fine della vita ".
Semel Institute for Neuroscience and Human Behavior, Università della California, Los Angeles, USA.
Burggren AC, et al. Cannabis Cannabinoid Res. 2018;3(1):242-251.

Scienza/Animale: l'attivazione del recettore CB2 riduce l'infiammazione
In un modello di ratto di infiammazione acuta, la attivazione del recettore CB2 ha ridotto l'infiammazione periferica delle zampe mediante riduzione dello stress ossidativo e degli effetti su alcune citochine (fattore di necrosi tumorale alfa, interleuchina-1 beta).
Dipartimento di Farmacologia, Facoltà di Medicina, Università Adiyaman, Turchia.
Parlar A, et al. Exp Ther Med. 2018;16(6):4900-4908.

Scienza/Cellule: gli endocannabinoidi mostrano attività contro i batteri resistenti
Gli endocannabinoidi anandamide e arachidonoil serina riducevano l'attività metabolica del biofilm di MRSA (Staphylococcus aureus meticillino-resistente). Gli autori hanno notato che "grazie alla loro azione anti-biofilm questi agenti potrebbe anche essere un'alternativa promettente alle terapie antibiotiche contro le infezioni da MRSA associate a biofilm. "
Facoltà di medicina dentale, Università ebraica di Gerusalemme, Israele.
Feldman M, et al. Sci Rep.
2018;8(1):17696.

Scienza/Umana: l'uso di cannabis può essere associato a un aumento del dolore dopo l'intervento chirurgico
In un'analisi di 3793 pazienti sottoposti a intervento chirurgico, 155 sono stati identificati come utilizzatori di cannabinoidi per uso ricreativo o medico. Gli utilizzatori di cannabis hanno avuto una maggiore incidenza di dolore da moderato a grave a riposo (Il 62% contro il 46%) e dimostravano una qualità del sonno inferiore rispetto ai non utenti.
Dipartimento di Anestesia, Università di Toronto, Canada.
Liu CW, et al. Anesth Analg. 2018 Dec 7. [in press]

Scienza/Animale: l'attivazione del recettore CB2 migliora la distruzione ossea nell'artrite
Nei topi con artrite indotta da collagene il recettore CB2 è stato attivato dal cannabinoide sintetico JWH133. L'attivazione del recettore ha aumentato l'espressione della citochina anti-infiammatoria (interleuchina-10) e ridotto le citochine pro-infiammatorie, tra cui il fattore di necrosi tumorale-alfa, la interleuchina-1 beta e interleuchina-6. Ha attenuato anche la formazione di osteoclasti e l'assorbimento patologico delle ossa.
Primo ospedale affiliato dell'Università di Soochow, in Cina.
Zhu M, et al. J Bone Miner Res. 2018 Dec 3. [in press]

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

IACM Conference 2019

 The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Conferenze supportate

STCM Conference, 19 January 2019, University Hospital Bern, Switzerland

 

Cann10, 14-16 October 2018, Tel Aviv Israel.

 

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.