[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 24 Gennaio 2013

Scienza/Animale: Combinare cannabinoidi e cortisolo per trattare l'infiammazione potrebbe non essere una buona idea

La somministrazione di cannabinoidi che attivano il recettore CB2 con glucocorticoidi, come il cortisolo, è meno efficace nella riduzione di un’infiammazione rispetto a ciascuna sostanza da sola. Questo è il risultato di una ricerca di base condotta da ricercatori del Dipartimento di Scienze Biomediche dell'Università degli Studi di Teramo, Italia. Tuttavia non è ancora chiaro come questi risultati si traducano in un trattamento nell'uomo. Il componente della cannabis THC attiva sia il recettore cannabinoide CB1 che CB2.

Endocannabinoidi e glucocorticoidi sono due classi distinte di molecole di segnalazione che esercitano effetti sia neuroprotettivi che anti-infiammatori. I ricercatori hanno studiato la possibilità di una interazione dei loro recettori (recettore cannabinoide-2 e alfa recettore dei glucocorticoidi). Hanno dimostrato che l'attivazione concomitante dei recettori CB2 e glucocorticoidi ha soppresso gli effetti neuroprotettivi indotti da ciascun recettore sulle cellule nervose del cervello e sulle cellule gliali negli animali. Essi hanno inoltre dimostrato che la capacità di endocannabinoidi e glucocorticoidi, usati singolarmente per inibire la produzione di mediatori di infiammazione (fattore di necrosi tumorale-alfa e interferone-gamma) attivati dai globuli bianchi del sangue umano (linfociti T), viene persa quando entrambi i recettori sono attivati contemporaneamente. I ricercatori hanno concluso che il loro studio dimostra per la prima volta l'esistenza di un "cross-talk negativo" tra endocannabinoidi e glucocorticoidi.

Bisicchia E, Chiurchiù V, Viscomi MT, Latini L, Fezza F, Battistini L, Maccarrone M, Molinari M. Activation of type-2 cannabinoid receptor inhibits neuroprotective and antiinflammatory actions of glucocorticoid receptor α: when one is better than two. Cell Mol Life Sci. 2013 Jan 8. [in stampa]

Notizie in breve

USA: Lo stato della California guadagna 105 milioni di dollari di imposte dalle vendite dei dispensari di cannabis
Lo State Board of Equalization nella sua analisi più recente dal 2009 ha stimato che i dispensari di cannabis medica hanno realizzato vendite per 1,3 miliardi di dollari (circa 1 miliardo di EURo) all'anno e pagano 105 milioni di dollari (circa 80 milioni di EURo) di tasse sulla vendita.
Reuters from 30 December 2012

USA: Il Colorado apre i primi club per consumo legale di cannabis
Si ritiene che due club di cannabis del Colorado siano i primi club di cannabis legali negli Stati Uniti. La legge del Colorado sulla cannabis vieta il consumo in pubblico. Il proprietario di uno dei club ha detto che il cannabis club si riunirà ogni mese in luoghi diversi.
Associated Press from 1 January 2013

Europa: L’uso di droga non è influenzato dallo stato della legge
In un sondaggio rappresentativo di 15.191 adolescenti di età compresa tra 15 e 24 anni provenienti da diversi paesi EURopei, lo status giuridico non risultava avere alcun effetto sul consumo di droga. Gli autori hanno concluso che "l'eliminazione delle pene per il possesso per uso personale non è associato ad un maggiore consumo di droga."
Department of Sociology, Purdue University, West Lafayette, USA.
Vuolo M. Drug Alcohol Depend. 2013 Jan 5. [in stampa]

Scienza/Umana: La venlafaxina non è efficace nel ridurre il consumo di cannabis
In un studio controllato con placebo su 103 consumatori regolari di cannabis, che hanno sofferto di depressione, l'anti-depressivo venlafaxina non è stato efficace nel ridurre l'uso di cannabis. La percentuale di pazienti che hanno raggiunto l'astinenza era nel complesso basso, ma era significativamente peggiore con la venlafaxina (12%) rispetto al placebo (37%).
New York State Psychiatric Institute, New York, USA.
Levin FR, et al. Addiction. 2013 Jan 8. [in stampa]

Scienza/Animale: Gli agonisti del CB2 possono impedire le fibrosi peritoneali indotte dalla dialisi
In un modello di fibrosi peritoneale indotta dalla dialisi nel ratto, la somministrazione di un cannabinoide che attiva il recettore cannabinoide-2 e di un bloccante del recettore cannabinoide-1, ha impedito la fibrosi. Il peritoneo è la membrana che forma il rivestimento della cavità addominale e copre la maggior parte degli organi del ventre.
Division of Nephrology, Taipei Veterans General Hospital, Taiwan.
Yang CY, et al. Am J Nephrol 2013;37(1):50-58.

Scienza/Umana: L'uso di cannabis è stato associato all’insorgenza di psicosi in giovane età
In uno studio con 311 pazienti psicotici che hanno accettato di essere intervistati sull’uso di droga ed alcol, il 19% faceva uso di cannabis. Il consumo di cannabis non è stato associato ad un più elevato livello di sintomi positivi, ma correlato con sintomi depressivi meno gravi. I pazienti che hanno fatto uso di cannabis avevano un'età di insorgenza più bassa rispetto ai pazienti che non ne facevano uso.
Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità, Sezione di Psichiatria, Università degli Studi di Verona, Italia.
Tosato S, et al. J Psychiatr Res. 2013 Jan 3. [in stampa]

Scienza/Umana: La maggior parte dei medici di famiglia del Colorado aveva riserve per quanto riguarda la cannabis medica
In un sondaggio anonimo on-line a 1727 membri della Colorado Academy of Family Physicians, in 520 hanno risposto. Di questi, il 46% non ha appoggiato i medici che raccomandano la cannabis medica mentre il 19% pensa che i medici dovrebbero raccomandarla. Una minoranza ritiene che la cannabis abbia conferito vantaggi significativi per la salute fisica (27%) e mentale (15%). La maggior parte concordava invece che la cannabis pone seri rischi per la salute mentale (64%) e fisica (61%).
St. Anthony North Family Medicine Residency, Westminster, USA.
Kondrad E, Reid A. J Am Board Fam Med 2013;26(1):52-60.

Scienza/Animale: L’analgesia periferica da parte dei cannabinoidi è mediata dall'attivazione del sistema noradrenergico
Ratti che hanno ricevuto l'endocannabinoide anandamide iniettato nelle loro zampe, hanno presentato una ridotta percezione del dolore mediante l'attivazione di recettori cannabinoidi CB1 e CB2. Questa a sua volta attiva il rilascio di noradrenalina, la quale ha indotto analgesia.
Department of Pharmacology, Institute of Biological Sciences, Minas Gerais, Brazil.
Romero TR, et al. Anesth Analg. 2013 Jan 9. [in stampa]

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Nuovo indirizzo

La IACM si è trasferita.
Nuovo indirizzo:
Bahnhofsallee 9
32839 Steinheim

IACM Conference 2019

The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.