[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 02 Dicembre 2012

USA: Il Massachusetts diventa il diciottesimo stato a legalizzare l'uso medico della cannabis

Il 6 novembre gli elettori del Massachusetts hanno approvato a grande maggioranza un disegno di legge per legalizzare l'uso medico della cannabis. La legge consente l'uso di cannabis a persone con cancro, dolore cronico, AIDS, sclerosi multipla e altre condizioni stabilite da un medico. Si creeranno centri di trattamento non profit per crescere e fornire cannabis ai pazienti o a coloro che li hanno in cura. Ora 18 Stati e il distretto della Columbia consentono l'uso medico della cannabis: Alaska, Arizona, California, Colorado, Connecticut, Delaware, Hawaii, Maine, Massachusetts, Michigan, Montana, Nevada, New Jersey, New Mexico, Oregon, Rhode Island, Vermont e Washington.

La legge, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2013, prevede che il Dipartimento della Salute Pubblica rilasci una serie di regolamenti entro 120 giorni dall’entrata in vigore della legge. Il Dipartimento deve decidere a quale quantità di cannabis corrispondono i 60 giorni di fornitura che i pazienti possono ottenere per il loro uso personale, registrare i pazienti e gli operatori sanitari, registrare i centri di trattamento che distribuiscono la cannabis e registrare il personale del centro di trattamento. La legge limita il numero di centri a non più di 35 nel 2013, ma dice che il Dipartimento di Sanità Pubblica potrebbe in seguito consentirne ulteriori.

CBS News of 7 November 2012

Scienza/Umana: Il Sativex è ben tollerato a lungo termine con mantenimento degli effetti terapeutici nei pazienti oncologici con dolore cronico

In uno studio aperto con 43 pazienti con dolore correlato al cancro, l’uso a lungo termine dell’estratto della cannabis Sativex è stato generalmente ben tollerato, senza evidenza di una perdita di effetto nell’alleviare il dolore. Lo studio è stato diretto dal dottor Jeremy Johnson, Direttore Medico del Hospice Severn in Bicton Heath, Regno Unito. I pazienti avevano partecipato ad un precedente studio controllato a tre bracci, dove avevano ricevuto o Sativex contenente THC e CBD, uno spray THC o un placebo. I partecipanti al successivo studio aperto si sono auto-dosati Sativex (39 pazienti) o THC spray (4 pazienti) fino al sollievo dei sintomi o fino alla dose massima.

L’intensità media e massima del dolore sono diminuite rispetto ai valori di base. In base a un questionario riguardante insonnia, dolore e fatica, la qualità della vita è aumentata. Dallo studio non emergono nuovi problemi di sicurezza associati all'uso prolungato di THC/CBD spray. I pazienti che hanno continuato ad usare i farmaci durante lo studio non hanno cercato di aumentare la propria dose di questo o altri farmaci antidolorifici nel corso del tempo, "suggerendo che l'uso adiuvante dei cannabinoidi nel dolore correlato al cancro può fornire benefici utili", hanno scritto i ricercatori nel loro articolo.

Johnson JR, Lossignol D, Burnell-Nugent M, Fallon MT. An Open-Label Extension Study to Investigate the Long-Term Safety and Tolerability of THC/CBD Oromucosal Spray and Oromucosal THC Spray in Patients With Terminal Cancer-Related Pain Refractory to Strong Opioid Analgesics. J Pain Symptom Manage. 2012 Nov 7. [in stampa]

USA: Colorado e Washington sono i primi Stati a legalizzare la cannabis

Il 6 novembre, a dispetto della legge federale, Colorado e Washington sono divenuti i primi stati USA a legalizzare il possesso e la vendita di cannabis per uso ricreativo. Nel quadro normativo sulla cannabis ricreativa, in Colorado e Washington il possesso personale fino a un'oncia (28,5 grammi) di cannabis sarebbe legale per chiunque abbia almeno 21 anni di età. Inoltre permetterà alla cannabis di essere venduta legalmente e tassata dallo stato in negozi con licenza statale in un sistema ispirato ad un regime che molti stati hanno adottato per la vendita di alcolici.

I risultati in Colorado e Washington, che hanno già leggi che legalizzano l'uso medico della cannabis, mettono entrambi gli stati in ulteriore conflitto con il governo federale, che classifica la cannabis come un narcotico illegale. Il Dipartimento di Giustizia americano ha reagito al passaggio del provvedimento in Colorado dicendo che le sue politiche in atto rimangono invariate, aggiungendo: ". Stiamo rivedendo l'iniziativa elettorale e non abbiamo ulteriori commenti in questo momento"

Reuters of 7 November 2012

Notizie in breve

Israele: Il numero dei consumatori di cannabis medicinale supera i 10.000
Più di 10.000 pazienti hanno ora il permesso ufficiale del governo di consumare cannabis in Israele, un numero che è fortemente aumentato negli ultimi anni. A differenza degli Stati Uniti ed EURopa, la questione non ispira quasi nessuna polemica tra il governo e la leadership del paese. Anche gli influenti rabbini anziani non esprimono alcuna opposizione alla diffusione dell'uso medico della cannabis. Ora il Ministero della Sanità di Israele sta prendendo in considerazione la distribuzione della cannabis medica in farmacia.
Associated Press of 2 November 2012

Scienza/Animale: L’acido cannabidiolico previene la nausea e il vomito
In uno studio con ratti e toporagni, l’acido cannabidiolico (CBDA) ha ridotto nausea e vomito, migliorando l'attivazione del recettore 5-HT1A. Il CBDA è il precursore del CBD (cannabidiolo) presente in alte concentrazioni nelle fibre di canapa. Il CBDA si trasforma in CBD tramite riscaldamento. Gli autori hanno scritto che "il CBDA mostra promesse come trattamento per la nausea ed il vomito, inclusa la nausea anticipatoria per la quale non è attualmente disponibile una terapia specifica."
Institute of Medical Sciences, University of Aberdeen, UK.
Bolognini D, et al. Br J Pharmacol. 2012 Nov 2. [in stampa]

Scienza/Animale: Il sistema endocannabinoide si attiva dopo una lesione al midollo spinale
Il blocco di CB1 e CB2 riduce lo spontaneo recupero della funzione motoria dopo una lesione del midollo spinale (SCI) nei ratti. Gli autori hanno suggerito che "gli endocannabinoidi che agiscono attraverso i recettori CB1 e CB2 sono parte di una risposta precoce neuroprotettiva attivata dopo SCI e che è coinvolta nel recupero spontaneo dopo una lesione incompleta.
Hospital Nacional de Paraplejicos, SESCAM, Toledo, Spain.
Arevalo-Martin A, et al. PLoS One 2012;7(11):e49057.

Scienza/Animale: Il Lipoxin A(4) modifica lo stato del recettore CB1 in modo che sia più facilmente attivato da endocannabinoidi
Il lipide anti -infiammatorio lipoxin A(4) è un potenziatore dalla modulazione "allosterica" del recettore cannabinoide CB1. Esso si lega al recettore CB1 aumentando l'affinità della anandamide al recettore. Gli autori hanno osservato che questo offre nuove possibilità terapeutiche.
Department of Pharmacology, Universidade Federal de Santa Catarina, Florianópolis, Brazil.
Pamplona FA, et al. Proc Natl Acad Sci U S A. 2012 Nov 12. [in stampa]

Scienza/Umana: Sensazione di ansia e sensazione di noia sono sintomi frequenti di astinenza
In uno studio con 120 pazienti schizofrenici che hanno smesso di usare cannabis, i sintomi di astinenza più frequentemente riportati sono stati desiderio di cannabis (59,2%), sensazione di ansia (52,57%), sensazione di noia (47,5%), tristezza o depressione (45,8%), sensazione di irritabilità o nervoso (45,0%), sensazione di irrequietezza (43,3%) e mancanza di sonno (33,3%).
Maryland Psychiatric Research Center, University of Maryland School of Medicine, Baltimore, USA.
Boggs DL, et al. J Psychiatr Res. 2012 Nov 9. [in stampa]

Scienza/Animale: L'attivazione del recettore CB2 riduce l'infiammazione nella pancreatite
L'attivazione del recettore CB2 da un cannabinoide sintetico (HU210) ha ridotto l'infiammazione in un modello murino di pancreatite acuta.
Institute of Virology of the Technical University Munich, Germany.
Michler T, et al. Am J Physiol Gastrointest Liver Physiol. 2012 Nov 8. [in stampa]

Scienza/Animale: Il beta-cariofillene riduce il dolore attivando il recettore CB2
L'iniezione dell'olio essenziale beta-cariofillene nei piedi di topi ha ridotto il dolore causato da una sostanza chimica (capsaicina) e questo effetto era mediato dall’attivazione dei recettori CB2, che hanno stimolato il rilascio locale di un oppioide endogeno (beta-endorfina). Il beta-cariofillene è presente in molte piante, compresa la cannabis.
Department of Pharmacology, Daiichi College of Pharmaceutical Sciences, Fukuoka, Japan.
Katsuyama S, et al. EUR J Pain. 2012 Nov 9. [in stampa]

Scienza/Animale: Gli endocannabinoidi riducono il dolore causato come effetto collaterale da un agente chemioterapico
Il cisplatino, che viene utilizzato nella terapia del cancro, produce dolorosi danni ai nervi. Uno studio su animali dimostra che il cisplatino altera il tono endocannabinoide e che l'inibizione della degradazione degli endocannabinoidi allevia il dolore indotto dalla chemioterapia, per mediazione dei recettori CB1 e CB2 dei cannabinoidi. Questi effetti terapeutici erano simili o superiori all’efficacia di farmaci anti-dolore neuropatico usati clinicamente, come la morfina.
Department of Psychological and Brain Sciences, Indiana University, Bloomington, USA.
Guindon J, et al. Pharmacol Res. 2012 Nov 2. [in stampa]

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Nuovo indirizzo

La IACM si è trasferita.
Nuovo indirizzo:
Bahnhofsallee 9
32839 Steinheim

IACM Conference 2019

The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.