[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 12 Giugno 2006

USA: L’agenzia per i farmaci FDA perde credibilità dopo una dichiarazione sul valore terapeutico della Cannabis

In una dichiarazione rilasciata il 20 aprile l’agenzia per i farmaci FDA (Food and Drug Administration) ha detto che “nessuno studio scientifico serio ha supportato l’uso medico della marijuana per il trattamento negli USA, e nessun dato sperimentale o clinico ha confermato la sicurezza o l’efficacia della Cannabis per l’uso medico generale.”

Molti critici tra i media hanno osservato che l’FDA ha perso credibilità per questo gesto. Il New York Times ha commentato al riguardo come segue: “Il comportamento dell’amministrazione Bush di politicizzare le sue agenzie scientifiche era di nuovo sugli schermi questa settimana quando l’FDA, per ragioni non convincenti, inaspettatamente ha pubblicato una breve, poco documentata dichiarazione commentando il valore terapeutico della Cannabis. La dichiarazione era presentata come una risposta a numerose richieste giunte dal Campidoglio americano, ma il suo probabile intento era rafforzare un’azione repressiva sui fumatori di Cannabis per scopi medici e ribattere agli sforzi statali per legalizzare l’utilizzo. (…) Comunemente, quando l’FDA gestisce un problema spinoso, convoca un gruppo di esperti che procede lentamente tra le prove più recenti e poi rilascia un’opinione sulla sicurezza e l’efficacia d’uso di una sostanza. Questa volta l’agenzia ha semplicemente rilasciato una scarna dichiarazione di una pagina asserendo che “nessuno studio scientifico serio ha supportato l’uso medico della marijuana.”

Il quotidiano inglese The Economist ha scritto: “Se la Cannabis fosse sconosciuta, e dei biologi la scoprissero improvvisamente in qualche remoto crepaccio di montagna, la sua scoperta verrebbe senza dubbio acclamata come una conquista medica. Gli scienziati elogerebbero il suo potenziale per il trattamento di ogni disturbo dal dolore al cancro, e si stupirebbero della sua ricca farmacopea - molti dei suoi prodotti chimici mimano importanti molecole dell’organismo umano. In realtà, la Cannabis è stata con l’umanità per centinaia di anni ed è considerata da molti governi (soprattutto dell’America) una droga pericolosa e priva di utilità.” L’articolo diceva che la dichiarazione dell’FDA è priva di “buon senso”.

Il Dr. Daniele Piomelli, professore di farmacologia all’Università della California, era citato dal New York Times come colui che non aveva “mai incontrato uno scienziato che avesse detto che la marijuana è pericolosa o inutile.” Gli studi mostrano chiaramente che la Cannabis comporta dei benefici per alcuni pazienti, ha affermato il Dr. Piomelli. “Siamo tutti d’accordo su questo.”

(Fonti: New York Times del 21 e 22 aprile 2006, The Economist del 27 aprile 2006)

Germania: Nessuna associazione tra i procedimenti penali e l’espansione dell’utilizzo di Cannabis

Secondo uno studio del Max-Planck-Institute per la legge penale estera ed internazionale commissionato dal Ministro della Salute federale, ci sono “grandi differenze” nella persecuzione penale degli utilizzatori di Cannabis nei vari stati. Un confronto con un’indagine dell’Istituto per la ricerca terapeutica mostra che non c’è associazione tra la crescita dell’uso di Cannabis e l’esercizio della persecuzione penale.

Il Max-Planck-Institute ha esaminato la procedura della persecuzione penale in sei dei 16 stati tedeschi, in Baviera, Berlino, Hesse, North Rhine-Westphalia, Sassonia e Schleswig-Holstein. Nel 1994 la Corte federale costituzionale ha chiesto di abbandonare la persecuzione criminale nel caso di possesso di una “piccola quantità” per uso personale. Tuttavia, le linee guida pubblicate dagli stati mostrano differenze significative. Così, il limite massimo che non comporta un procedimento penale è di 6 grammi in Baviera e Sassonia, 10 g nel North Rhine-Westphalia, 15 g a Berlino ed Hesse, e 30 g nello Schleswig-Holstein. Ulteriori differenze, per esempio riguardo al possesso reiterato di droga, sfociano nel blocco del procedimento penale senza restrizioni in circa il 40-60% dei casi in Baviera, e l’80-90% a Berlino e Schleswig-Holstein.

L’Istituto per la ricerca terapeutica ha esaminato la diffusione dell’uso di droga in Germania nel 2003, su commissione del Ministro federale della Salute, ed ha intervistato in forma scritta 8061 soggetti tra i 18 e 59 anni. Secondo questa indagine il 4.4% dei partecipanti di Schleswig-Holstein, lo stato più liberale riguardo la politica sulle droghe, ha usato Cannabis entro gli ultimi 12 mesi. In Sassonia e Bavaria, due degli stati più repressivi, le percentuali erano del 4.7 e 5.5%. Così, il Max-Planck-Institute ha dichiarato che le diverse prassi nella persecuzione penale probabilmente non influenzano direttamente l’uso di droghe illegali, ma indicano che le basi empiriche insufficienti dei dati non permettono una conclusione scientifica convalidata sul tema.

(Fonte: Schafer C, Paoli L. Drogenkonsum und Strafverfolgungspraxis [Uso della droga e procedura della persecuzione penale]. Max-Planck-Institut, Berlino 2006)

Notizie in breve

Scienza: Vaporizzatore
Ricercatori dell’Università di Leiden hanno esaminato la resa del vaporizzatore Volcano in termini di rilascio riproducibile di THC. Hanno concluso: “Si è trovato che un quantitativo di circa il 54% del THC caricato veniva rilasciato nel pallone del vaporizzatore, in maniera riproducibile. Quando il vaporizzatore veniva usato per somministrazione clinica di THC, si è trovato che un quantitativo del 35% del THC inalato veniva esalato direttamente. I nostri risultati mostrano che con il Volcano sembra essere disponibile per i pazienti un sistema di rilascio dei cannabinoidi sicuro ed efficace. L’assorbimento polmonare finale di THC è paragonabile al fumo di Cannabis, mentre si evitano gli svantaggi respiratori del fumo.” (Fonte: Hazekamp A, et al. J Pharm Sci 24 aprile 2006)

Messico: Legislazione
Entrambe le camere del Parlamento hanno passato un atto che legalizzerebbe il possesso di piccole quantità di parecchie droghe inclusa la Cannabis, gli oppioidi e la cocaina. Il limite per la Cannabis è 5 grammi. L’ufficio del Presidente Vicente Fox ha già annunciato che il Presidente sottoscriverà la legge. (Fonti: La Segunda del 28 aprile 2006, elNuevoHerald.com del 28 aprile 2006)

Scienza: Tumore infantile
Ricercatori dell’Università della Nord Carolina hanno esaminato un possibile collegamento tra il neuroblastoma, un tumore infantile derivante dalla ghiandola surrenale, e l’uso di droga durante la gravidanza in 538 bambini con neuroblastoma. L’utilizzo materno di ogni droga illegale ha almeno raddoppiato il rischio di sviluppare neuroblastoma (OR = 1.82). Il rischio era più alto per l’uso di Cannabis nei primi 3 mesi di gravidanza con un rischio quasi 5 volte superiore (OR = 4.75). L’uso di Cannabis nel mese precedente la gravidanza non ha aumentato il rischio. L’effetto della Cannabis era più alto nei bambini diagnosticati entro l’anno di età. (Fonte: Bluhm EC, et al. Cancer Causes Control 2006 ; 17(5) :663-9)

Scienza: Tosse
La ricerca di laboratorio mostra che l’inibizione della degradazione dell’anandamide ha ridotto la tosse indotta da capsaicina nei topi. I ricercatori hanno usato VDM11, l’inibitore dei carrier dell’anandamide. Hanno concluso che l’anandamide può modulare la sensibilità alla tosse ed avere effetti antitussivi. (Fonte: Kamei J, et al. Tosse 2006; 2(1):2)

USA: Ed Rosenthal
Una corte d’appello federale in California il 26 aprile ha rovesciato la condanna di Ed Rosenthal per cattiva condotta della giuria. Rosenthal era stato condannato da una corte distrettuale nel giugno 2003 per la coltivazione di centinaia di piante di Cannabis per un programma di Cannabis terapeutica per una città di Oakland. Alla giuria non era stato permesso sapere che la Cannabis era stata coltivata per scopi medici. La corte d’appello tuttavia, ha affermato il diritto delle autorità federali di punire i coltivatori di Cannabis anche se coltivano la pianta per scopi terapeutici. (Fonte: Associated Press del 26 aprile 2006)

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

IACM Conference 2019

 The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Conferenze supportate

STCM Conference, 19 January 2019, University Hospital Bern, Switzerland

 

Cann10, 14-16 October 2018, Tel Aviv Israel.

 

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.