[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 10 Giugno 2005

Olanda: Il Ministro della Salute ipotizza di sospendere la vendita della cannabis a scopo terapeutico nelle farmacie

Il Ministro della Salute Han Hoogervorst sta valutando l’ipotesi di sospendere la vendita legale di cannabis nelle farmacie e di chiudere l’Office of Medicinal Cannabis. Rispondendo alle domande di Tweede Kamer (Camera dei Deputati del Parlamento Olandese) ha affermato che intende assumere una decisione definitiva sul futuro del programma dopo l’estate.

Le domande hanno riguardato lo stato del programma, all’interno del quale la vendita di cannabis nelle farmacie è iniziata nel settembre del 2003, con una perdita di 400.000 EURo nel 2004. Hoogervorst ha annunciato che in un periodo di tagli al budget questo progetto è destinato ad essere sospeso. Ha inoltre aggiunto che i medici non si sono dimostrati molto propensi alla prescrizione di cannabis e che i pazienti preferiscono acquistarla nei coffe-shops.

Hoogervorst ha sostenuto inoltre che le proprietà terapeutiche della cannabis non sono mai state dimostrate e che l’uso della cannabis può essere associato ad effetti collaterali quali la psicosi. Al contrario, l’Office of Medicinal Cannabis ha ribadito i benefici terapeutici della cannabis e sottolineato che la psicosi è un evento molto raro. Il PvdA (laburista) ha invitato il Ministro ad operare con maggiore impegno per garantire il successo del programma.

(Fonti : expatica.com, 18 Marzo 2005, De Volkskrant, 18 Marzo 2005, NRC Handelsblad, 18 Marzo 2005).

Scienza: Il THC e la cannabis aumentano l’assunzione di cibo in soggetti HIV positivi con perdita di peso

Ricercatori della Columbia University di New York hanno studiato gli effetti del THC orale (10, 20 e 30 mg) e di sigarette di cannabis a diverso contenuto di THC (1,8%, 2,8% e 3,9%) sulla assunzione di cibo, in otto sessioni di 7 ore ciascuna in due gruppi di fumatori di cannabis HIV positivi. Un gruppo era formato da 15 soggetti con una significativa riduzione della massa muscolare e l’altro da 15 soggetti senza perdita di massa magra.

Il fumo di sigaretta (a tutte le concentrazioni di THC) e le due dosi più basse (10 e 20 mg) di THC sono risultate efficaci e ben tollerate con sintomi fisici molto ridotti. Al contrario, la dose più alta di THC ha provocato effetti collaterali importanti in alcuni dei partecipanti allo studio. Sia il THC orale che il fumo di cannabis hanno determinato un maggiore introito calorico nel gruppo con perdita di peso ma non in quello di riferimento. Gli effetti cognitivi sono stati minimi.

Gli autori concludono che “in soggetti fumatori di marijuana con una perdita di massa muscolare clinicamente rilevante sia il dronabinolo (in dosi acute da 4 a 8 volte superiori rispetto a quelle consigliate) sia la marijuana inducono un evidente e simile aumento dell’assunzione di cibo, senza effetti indesiderati.

(Fonte : Haney M. et al. Dronabinol and marijuana in HIV+ marijuana smokers: acute effects on caloric intake and mood. Psychopharmacology 2005, 19 Marzo; [Pubblicazione elettronica anticipata]).

Scienza: THC orale sospettato di indurre psicosi

Uno studio effettuato presso l’Università di Losanna, Svizzera, su 8 volontari sani trattati con THC per via orale, due dei quali hanno manifestato reazioni di tipo psicotico per alcune ore dopo l’assunzione, ha suscitato un certo interesse nei mezzi di comunicazione. L’agenzia Reuters ha messo in evidenza che “La cannabis per via orale induce psicosi a basse concentrazioni”. Tuttavia, questi soggetti non sono stati trattati con basse dosi di THC; inoltre, essi non hanno manifestato una vera e propria psicosi, bensì reazioni psicotiche già note quali ansia e illusioni.

I partecipanti a tale studio erano consumatori occasionali di cannabis e sono stati trattati con 20 mg di THC per via orale (Marinol) oppure con preparazioni orali di cannabis contenenti in media 15,8 o 45,7 mg di THC. Lo scopo dello studio era quello di valutare gli effetti della cannabis sulle attività psicomotorie e sulla capacità di guida. Le reazioni psicotiche si sono manifestate in due uomini di 22 anni trattati rispettivamente con 20 mg di THC o con una preparazione contenente 16,5 mg di THC. In entrambi i casi gli effetti collaterali di tipo psichico sono scomparsi entro alcune ore dall’assunzione.

I ricercatori si sono detti sorpresi degli effetti ansiogeni del THC; in realtà, si tratta di informazioni già ben note. Di regola, negli studi clinici vengono inizialmente utilizzate dosi di THC pari a 2,5 o 5 mg (raramente 10 mg) per trovare la dose più efficace e meglio tollerata e per evitare la comparsa di gravi effetti collaterali. La dose massima tollerata varia sensibilmente da un soggetto all’altro. Le dosi più elevate possono essere somministrate fin dall’inizio solo ai consumatori abituali di cannabis. In studi clinici recenti le dosi tollerate di THC erano comprese fra 5 e 100 mg al giorno.

(Fonti : Reuters, 1 Aprile 2005, BBC News del 1 Aprile 2005; Favrat B, et al. Two cases of "cannabis acute psychosis" following the administration of oral cannabis. BMC Psychiatry 2005; 5:17)

Notizie in breve

Cile : Cannabis medica
In seguito al dibattito nazionale provocato dal recente arresto di importanti personaggi accusati di coltivare cannabis a scopo terapeutico due giuristi cileni pensano di promuovere azioni legali per legalizzare l’uso medico della cannabis. Laura Soto (esponente del Partito per la Democrazia facente parte della coalizione di centro-sinistra) e il suo collega di partito Antonio Leal hanno comunicato di voler agire in tal senso nei prossimi giorni. L’obiettivo è quello di rendere disponibile la cannabis in farmacia e di abolire le sanzioni per quanti la coltivano per uso terapeutico personale. Una delle persone arrestate è Maria Luisa Velasco, ex-moglie di un senatore. (Fonte: Reuters del 28 Marzo 2005)

Scienza: Effetti sinergici contro il dolore
Ricercatori australiani hanno valutato i possibili effetti sinergici o additivi di un cannabinoide (CP55940), della morfina e della dexmedetomidina in modelli di dolore acuto nel topo. Effetti sinergici (più che additivi) tra il cannabinoide e la dexmedetomidina sono stati osservati al test della piastra calda e tra il cannabinoide e la morfina al test della piastra calda e al tail-flick test. (Fonte : Tham SM et al. Br J Pharmacol 2005; 144(6) : 875-84)

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

IACM Conference 2019

 The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Conferenze supportate

STCM Conference, 19 January 2019, University Hospital Bern, Switzerland

 

Cann10, 14-16 October 2018, Tel Aviv Israel.

 

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.