Tu sei qui: Home > FAQ > Test dell'urina: Per quanto tempo i metaboliti del THC possono essere rilevati nell'urina?

Test dell'urina: Per quanto tempo i metaboliti del THC possono essere rilevati nell'urina?

Ellis e colleghi

Sono state esaminate le modalità di escrezione urinaria di 86 consumatori cronici di cannabis dopo la loro ultima dose, con due diversi metodi di analisi (...). Abbiamo dimostrato che, in condizioni di astinenza molto strettamente controllata, i consumatori cronici possono essere positivi per i cannabinoidi nell'urina (...) per un periodo che arriva a 46 giorni dal primo test, e possono richiedere fino a 77 giorni per risultare al di sotto dei limiti rilevabili per 10 giorni consecutivi (in altre parole, in almeno un caso il primo test negativo si ebbe al 46° giorno dall'ultima assunzione di cannabis, ma poi i test ritornarono occasionalmente positivi: per avere 10 giorni consecutivi di test negativi si dovette aspettare il 77° giorno). La media per tutti i soggetti per diventare negativi fu di 27 giorni. (...). Fattori demografici, struttura corporea, e storia dell'uso della droga risultano essere solo modesti fattori predittivi delle modalità di escrezione.
Ellis GM Jr Mann MA Judson BA Schramm NT Tashchian A. Excretion patterns of cannabinoid metabolites after last use in a group of chronic users. Clin Pharmacol Ther 1985;38(5):572-578.
 

Rolf Aderjahn

L'escrezione di THC e dei suoi metaboliti in consumatori cronici può essere rilevata per 4-6 settimane. Nella letteratura, è riferito che un uso intensivo di cannabis per 10 anni ha determinato positività nelle urine per 77 giorni. Con uso in un'unica occasione o saltuariamente, l'escrezione è abbastanza rapida (qualche ora), e generalmente dura per 3-5 giorni.
Aderjahn R. Toxikologischer Cannabisnachweis [Toxicological cannabis detection]. In: In: Berghaus G, Krüger HP, eds. Cannabis im Straßenverkehr [Cannabis in road traffic]. Stuttgart: Gustav Fischer, 1998.
 

Coleman en Baselt

Coleman e Baselt hanno studiato l'effetto di due prodotti commerciali che si vantano di eliminare le droghe dal corpo. Hanno confrontato l'uso di 1200 ml di acqua con quello di Quick Flush e di Eliminator. Essi riassumono così i loro risultati: "RISULTATI: Entrambi i protocolli di trattamento studiati hanno causato una riduzione della concentrazione della droga o dei suoi metaboliti. (...) L'acqua da sola è stata all'incirca efficace come i due prodotti commerciali nell'eliminare i metaboliti. Nessuno dei trattamenti in esame ha alterato il pH, il peso specifico, o la concentrazione di creatinina dell'urina al di fuori dell'intervallo normalmente accettato come fisiologico. CONCLUSIONI: i tentativi di nascondere l'uso di droghe per mezzo di una diluizione dell'urina con acqua possono essere efficaci quando le concentrazioni sono vicine alle soglie di rilevazione degli specifici test, ovvero nelle fasi finali dell'escrezione delle droghe".
Coleman DE Baselt RC. Efficacy of two commercial products for altering urine drug test results. J Toxicol Clin Toxicol (1997) 35(6):637-642.
 

IACM Conference 2019

 The IACM Conference 2019 will be held on October 30 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.